in

Mike Tyson torna a combattere per i “disperati”come lui.

Fonte

È “ancora l’uomo più cattivo della terra” Mike Tyson, come ha scritto nella sua recente apparizione sui social.

È bastato un tweet per ricordare a tutti che è ancora una leggenda. Un video condiviso con il mondo intero, lo mostra allenarsi duramente per tornare a combattere. Proprio così, Mike Tyson, tornerà sul ring a gareggiare per beneficenza in favore dei senzatetto.

Nel frattempo il pugile sta promuovendo il film “Bad Boy for Life” con Will Smith e Martin Lawrence.

Sono serviti solo sei colpi in serie per mandare al tappeto l’allenatore colpito dal suo terribile destro.

Inutile dire che il video di Mike Tyson ha raccolto milioni di visualizzazioni e like sulla piattaforma.

Non sono mancati i commenti anche da parte di esponenti della boxe. “Quel destro è terrificante”, ha scritto Ryan Garcia. Il russo Khabib Nurmagomedov, ha commentato: “Non ci posso credere, è di un altro livello”.

Mike Tyson compirà 54 anni il 30 giugno, con un filo di barba bianca e qualche chilo in meno rispetto al 2005, anno in cui ha combattuto per l’ultima volta, fa ancora tremare i suoi avversari.

Mi sto allenando, mi sto preparando per salire sul ring – aveva dichiarato ‘Iron Mike’ durante una diretta su Instagram. Voglio lavorare per poter disputare qualche match di esibizione a scopo benefico al meglio dei 3-4 round. Voglio aiutare i senzatetto e i drogati come me“.

Il campione dei pesi massimi sta sfruttando la quarantena per prepararsi nel modo migliore: “Faccio due ore di cardio, poi la cyclette per un’ora, poi 250-300 ripetute con un po’ di pesi. A quel punto comincio il mio allenamento con la boxe, con una mezz’ora di sacco: mi sento sempre meglio

Pochi secondi per ricordare che le vere leggende sfidando il tempo. Dopotutto Mike Tyson è ancora cattivo, arrogante e tremendamente arrabbiato.

Il re mondiale dei ko vanta 50 vittorie, 44 prima del limite, in 58 incontri.

Una vita tra alcol, droga, prigione e pugni, tanti pugni.

“Cafone, volgare, miserabile. Ce l’ho scritto in faccia”, niente di più da dire, rispetto alla sua auto descrizione.

Per altri articoli sulla boxe di Hibet Social: Boxe: il Coronavirus non ferma il Nicaragua

Maria Caterina Crugliano

Scritto da Maria Caterina Crugliano

Copywriter dell’ironia. I miei genitori devono ancora capire che lavoro faccio. Penso quindi scrivo (e rido).