in ,

Mihajlovic festeggia il compleanno del trapianto di midollo

Mihajlovic: un anno dal trapianto di midollo
Fonte immagine: *Pagina Instagram @sinisamihajlovic_

Sinisa Mihajlovic è appena diventato nonno, e già questo sarebbe un buon motivo per festeggiare. Ma lui, in realtà, ha invitato a cena, giovedì, in collina, giocatori, dirigenti e impiegati, per festeggiare il secondo compleanno. Di chi? Di cosa, meglio dire. Del trapianto di midollo osseo.

Infatti il 29 ottobre del 2019, dopo devastanti cicli di chemioterapia, si sottopose al suddetto trapianto, che lo riportò, gradualmente, alla vita. Ricordo ancora quando salì le scale, a Verona, alla prima di campionato. Uno spettro, ora possiamo dirlo serenamente. Ma lui aveva promesso che su quella panchina si sarebbe seduto, ed è stato di parola. Passo dopo passo è tornato il Sinisa di sempre.

Leggi anche...  “La partita della vita” di Sinisa Mihajlovic.

Un duro, poche storie. Anche se la malattia pare averne ammorbidito alcuni aspetti del carattere. Oggi Mihajlovic sta bene, è diventato, come detto, nonno, e può brindare con tutti. Anche ad un Bologna che sta disputando un ottimo campionato. La vita per lui, evidentemente, aveva qualcosa di bellissimo in serbo. E non parlo della nazionalità di Sinisa…

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: *Pagina Instagram @sinisamihajlovic_