in

Leo Messi finisce in un necrologio: “Grazie, mi hai fatto godere”

leo_messi_necrologio
Fonte immagine: Wikipedia

Se dovessimo fare il nome di un giocatore che ha caratterizzato e in un certo senso influenzato il calcio moderno, quello per capirci del nuovo millennio, non faremmo fatica a menzionare Lionel Messi. Il fuoriclasse argentino è stato già di suo un giocatore fantastico, uno di quelli di cui si parlerà a lungo negli anni a venire. Per non dimenticare la sua presenza centrale e imprescindibile in una delle squadre più forti di sempre, il Barcellona di Guardiola.

E le gesta della Pulce, in quasi venti anni di carriera sempre con il piede pigiato sull’acceleratore, sono state ammirate e apprezzate in tutti gli angoli del pianeta. Ma forse il numero 10 dei blaugrana e della Nazionale argentina non si sarebbe mai aspettato che il suo nome sarebbe finito… in un necrologio che non fosse il suo. La storia, senza dubbio particolare, non poteva che arrivare dalla Spagna, nazione che ha saputo colonizzare in questi anni.

Il ringraziamento

La notizia arriva dalla regione spagnola della Galizia ed è stata riportata da un quotidiano locale. Jose Marino Padin, un uomo passato a miglior vita all’età di 64 anni, ha chiesto alla sua famiglia che il nome di Leo Messi venisse menzionato nel manifesto con cui si rendeva noto il suo decesso. Un modo per rendergli giustizia, dopo avergli fatto assistere a una serie di spettacoli meravigliosi, sempre con la palla tra i piedi.

Il signor Juan José Mariño Padín. Originario di Vilaxoán e molto grato a Leo Messi per averlo fatto godere durante i suoi ultimi anni di vita”, si legge nel necrologio. E chissà come l’avrà presa Messi…

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia

Francesco Cammuca

Sommario
Leo Messi finisce in un necrologio: “Grazie, mi hai fatto godere”
Titolo
Leo Messi finisce in un necrologio: “Grazie, mi hai fatto godere”
Descrizione
Leo Messi è divenuto protagonista di… un necrologio. Uno spagnolo, prima di morire, avrebbe chiesto di far scrivere un ringraziamento rivolto alla Pulce.
Autore
Francesco Cammuca

Scritto da Francesco Cammuca

Giornalista, 30 anni di vita all'insegna dello sport, tra ciò che si vede in campo e quel che lo circonda.