in

La Mercedes parte con il freno a mano tirato. Strategia o problemi reali?

I dubbi dopo i primi test Mercedes in Formula1 sono legittimi, ma potrebbe essere tutta strategia

mercedes_freno_a_mano_tirato
Fonte immagine: Instagram

Le scuderie di Formula Uno sono finalmente tornate in pista per i primi test della stagione. Tre giorni intensi in Bahrain, che hanno cominciato a fornire qualche indicazione utile sullo stato dei lavori delle nuove monoposto.

E proprio dalla Mercedes, solitamente molto attiva e performante proprio in queste prime fasi, sono arrivati invece i primi dubbi riguardo allo sviluppo e all’affidabilità. Non è un caso se alla fine sono state le vetture che meno di tutte sono scese in pista (solo 1645 chilometri percorsi).

Hamilton si è fatto 154 giri in totale, mentre per Bottas sono stai 150. Solo per fare un paragone, Sainz in Ferrari ne ha fatti 192 e Leclerc addirittura 212. Ma come detto, può essere anche che la scuderia campione del mondo (da ormai sette anni) abbia un po’ nascosto le sue carte in vista del debutto, proprio perchè si sente largamente avanti.

I problemi della Mercedes

 

Volendo fare finta che quanto visto nelle prove sia effettivamente la migliore Mercedes possibile, ecco allora che qualche problemino forse si è notato.

Intanto c’è da valutare proprio la parte che più di tutte ha avuto uno sviluppo, ovvero il retrotreno, che si è dovuto adeguare alle nuove normative e che sembra non essere ancora entrato in feeling con i piloti. Soprattutto Hamilton, che per ben due volte è finito fuori pista con la macchina in testa coda.

Leggi anche...  Ferrari: Leclerc e il suo cambiamento in Formula 1

 

Ma anche in termini di velocità di punta si sono riscontrate parecchie difficoltà. Hamilton ha girato oltre un secondo più lento rispetto a un Verstappen primo della lista, ma anche Sainz è restato davanti al duo Mercedes (di 4 decimi).

Infine c’è una mancata affidabilità. Un problema idraulico ha fermato Bottas a lungo, ma si sono riscontrati anche diversi problemi al cambio e altri imprevisti che probabilmente hanno consigliato i tecnici di non utilizzare configurazioni molto performanti.

A fare strano in questa fase in cui solitamente le Mercedes ci tengono a ribadire la loro totale superiorità, sono anche le parole dei diretti interessati, con Hamilton a lamentarsi “ufficialmente” dei problemi in velocità della sua vettura, e Toto Wolff (team principal Mercedes) che addirittura parla in una sua intervista di un inizio terribile, con diversi allarmi che lo preoccupano sia per l’affidabilità che per eventuali penalità in gara.

L’unica verifica possibile ovviamente, sarà alle prove del primo gran premio della stagione, quando non ci si potrà più nascondere. E allora probabile che le due vetture che hanno dominato il mondiale in questi anni, saranno di nuovo protagoniste.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram

Sommario
La Mercedes parte con il freno a mano tirato. Strategia o problemi reali?
Titolo
La Mercedes parte con il freno a mano tirato. Strategia o problemi reali?
Descrizione
La Mercedes parte con il freno a mano tirato. Strategia o problemi reali? I dubbi dopo i primi test Mercedes in Formula1 sono legittimi, ma potrebbe essere tutta strategia
Autore