in

Massimo Ferrero pronto a vendere la Samp: “La cedo a un euro, non voglio nulla”

Fonte immagine: Profilo Instagram @cuore.blucerchiato1946

È uscita poche ore fa una nuova intervista a Massimo Ferrero. Per prima cosa l’imprenditore romano ha ammesso quanto ha fatto male la retrocessione arrivata sul campo nei giorni scorsi: “Tanto, i tifosi non meritavano questa enorme delusione. Con me al timone l’incubo non ci sarebbe stato, ma da 18 mesi io nella Samp non decido nulla. Non mi danno neanche un biglietto per entrare allo stadio”.

Ma com’è nata l’idea di acquistare la Sampdoria? Il patron svela che quella blucerchiata non fu la prima strada: “Prima della Samp il mio nome fu accostato al Napoli, poi alla Roma, mi offrirono anche la Salernitana. Ma non volevo entrare nel calcio. Facevo 5-6 film di successo all’anno, li producevo e li distribuivo nei miei cinema: nel gergo romanesco me la sonavo e me la ballavo. Non avevo bisogno del pallone. Un giorno però mi fecero incontrare Edoardo Garrone, fu lui a cercare me e non viceversa. Fu lui a offrirmi la Samp, che era già in vendita da un paio di anni, ma senza acquirenti”.

Ferrero pronto a vendere la Sampdoria

Durante l’intervista Ferrero replica anche alle accuse che sono venute fuori di recente, per bocca di Garrone: “Io ho pure ricomprato il marchio che era stato venduto a Banca Intesa per circa 30 milioni: ho quasi finito le rate da pagare. Garrone mi ha venduto il club a un euro, lasciato un contributo di 15 milioni e delle garanzie bancarie. D’altra parte se non avessi avuto dietro un imprenditore di spessore come lui, pronto a intervenire in ogni caso di bisogno, non avrei mai preso la Sampdoria. Ma attenzione: con me Garrone ha risparmiato 30 milioni di perdite all’anno per 9 anni”.

Infine c’è una proposta. Er Viperetta è pronto a rivendere la Samp per la stessa circa con cui l’ha acquistata: “Garrone mi ha affidato la Samp e ha sempre detto che se fosse accaduto qualcosa sarebbe intervenuto lui. Perfetto, lo dimostri: si riprenda la Samp, gliela ridò a un euro, non voglio nulla per me. Basta fare un aumento di capitale e poi può darla al suo amico Barnaba o a chi vuole lui. Parli con il trustee Gianluca Vidal e con il mio avvocato Pieremilio Sammarco, che ha provato invano a contattarlo”.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @cuore.blucerchiato1946

blog hibet