in

MARIO PAŠALIĆ: un rimpianto per le big?

Il magico momento del croato sicuramente farà rimpiangere qualche squadra…

pasalic share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @pasalicmario

Pašalić è sicuramente il protagonista indiscusso di questo squarcio di stagione dell’Atalanta, reduce da quattro vittorie consecutive che la relegando nelle prime posizioni in classifica per questa Serie A.

Il croato 95’, infatti, è il secondo miglior marcatore della dea (alle spalle di Duvan Zapata nda), anche grazie ai 5 gol siglati nelle ultime 3 partite, di cui tre nell’ultimo turno contro il Venezia.

LA GAVETTA IN GIRO PER L’EUROPA

Un talento, quello di Pasalic, che già si intravedeva in patria, nell’Hajduk Spalato, squadra con la quale finirà la sua prima stagione in doppia cifra di gol segnati (11 gol), portandolo, all’età di 18 anni, a ricevere la prima chiamata estera importante: quella del Chelsea.

I “blues”, tuttavia, non crederanno mai fino in fondo su Pašalić, che non debutterà neanche in prima squadra. Fu così mandato in prestito in diverse squadre in giro per l’Europa: inizialmente in Spagna, con la maglia dell’Elche, poi nello spregiudicato Monaco di Jardim e, infine, in Italia con la maglia del Milan.

Leggi anche...  CENTROCAMPO JUVENTUS 2015: cosa fanno i suoi interpreti oggi?

Con i rossoneri, Pašalić vive la sua prima vera stagione in un grande club, risultando uno dei protagonisti assoluti della vittoria del Milan in Supercoppa Italiana nel 2016. Siglerà, infatti, il rigore decisivo che porterà al Milan quello che è, attualmente, il suo ultimo trofeo. Nonostante le promettenti prestazioni, però, il Milan deciderà di non riscattare Pašalić a fine stagione, che tornerà quindi al Chelsea.

L’ATALANTA E IL RISCATTO DAL CHELSEA

Dopo l’ennesima parentesi in prestito, con la maglia dello Spartak Mosca, Pašalić torna in Italia, vestendo la maglia nerazzurra dell’Atalanta. Con la “dea”, Pašalić riesce a consacrarsi, risultando uno dei protagonisti della cavalcata alla prima e storica qualificazione in Champions League nel 2019, che gli varranno il riscatto e la fine di interminabili prestiti per mano del Chelsea. Le stagioni successive saranno in costante crescita, con il croato che si dimostrerà fondamentale anche nella cavalcata Champions, che vedrà l’Atalanta fermarsi solamente ai quarti di finale.

Ad oggi, Pašalić è una pedina fondamentale nello scacchiere di Gasperini e, probabilmente, Milan e Chelsea avrebbero dovuto pensare più a fondo su cosa fare con un giocatore così.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @pasalicmario