in

Marco Rossi sfida l’Italia: “Non abbiamo paura”

Il ct dell’Ungheria crede nel lavoro di Mancini

marco rossi share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @mrrossiofficial

Marco Rossi si gode i frutti di un lavoro che dura ormai da diversi anni. Il tecnico italiano sta facendo grandi cose alla guida della Nazionale magiara, che è reduce da una grande vittoria come quella ottenuta contro l’Inghilterra. Un successo che non è di certo arrivato come frutto del caso: “Noi stiamo migliorando per quanto possibile, perché il talento è quello che è. Inglesi, italiani e tedeschi restano di un altro livello. Noi inseguiamo e ci fidiamo del nostro spartito”.

Secondo il commissario tecnico dell’Ungheria, raggiunto dai colleghi della Gazzetta dello Sport, ci sono tante chiavi dietro a una vittoria del genere: “Noi abbiamo pochi giocatori da top league, 5 in Bundesliga di cui 3 nel Lipsia, che sono arrivati in semifinale di Europa League, battendo l’Atalanta. La tattica aiuta, è la prima risorsa cui attingere. Poi ci vogliono volontà, sacrificio, determinazione e mentalità. La testa conta molto. Sabato ci ha premiato l’atteggiamento, andare in campo senza paura e giocare sempre a testa alta”.

Marco Rossi sfida l’Italia

Il prossimo impegno dei magiari non è di poco conto. Si gioca a Cesena contro l’Italia. Per Rossi è una sfida speciale, nonostante gli azzurri vivano una fase di ricostruzione: “Capisco che ci sia delusione dopo l’eliminazione dalle qualificazioni mondiali ma a mente fredda non si può criticare Roberto. La sua decisione di restare è la soluzione migliore. Se se ne fosse andato solo uno come Ancelotti avrebbe potuto sostituirlo, ma Carlo ha altro da fare. Ci si dimentica troppo in fretta quanto di buono fatto dal Mancio”.

La sfida a distanza con Roberto Mancini sarà vissuta con il cuore in gola da Rossi. Da parte della guida tecnica dell’Ungheria c’è la benedizione per quella che è la strada intrapresa dal suo omologo degli azzurri per la rinascita. In particolare la scelta di talenti da valorizzare anche in chiave futura: “I giovani per definizione sono il futuro, Robi ha sempre avuto l’occhio per i talenti. E sono convinto che Bernardeschi, Verratti, Spinazzola, Zaccagni stesso torneranno utili più avanti. Ha un buon serbatoio”.

Tanta stima e tanti stimoli per dare vita a una partita bellissima.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @mrrossiofficial