in

Il Manchester City la fa franca: farà la Champions, multa ridotta

Fonte immagine: Pexels

Si potrebbe parlare tranquillamente di ‘tanto rumore per nulla’. E così, alla fine, il Manchester City si vede ridotta in maniera drastica la pena che aveva subito qualche mese fa, in merito al mancato rispetto delle norme per il cosiddetto Fair Play Finanziario. Il club di proprietà della famiglia Mubarak, che ha da poco ceduto al Liverpool lo scettro di campione d’Inghilterra, potrà regolarmente scendere in campo nella prossima Champions League.

Questo è solo una dei passaggi della sentenza emessa dai giudici del Tas di Losanna, i quali si sono espressi in merito al ricorso fatto dai Citizens. In un primo tempo, la sentenza in primo grado dell’Uefa aveva condannato il Manchester City a saltare le coppe europee per le prossime due stagioni. Ma il tribunale arbitrario dello sport ha invece consentito alla formazione inglese di partecipare alla Champions.

Ma c’è di più, perché il City si è visto ridurre in maniera drastica anche la sanzione economica. Si passa dagli originari 30 milioni agli attuali 10 milioni di euro. Una vera e propria ‘carezza’ che il club inglese ha ricevuto dai giudici del Tas. Ricordiamo che il Manchester City era stato condannato per aver aggirato le norme sul Fair Play Finanziario dal 2012 al 2016. Dalla sentenza di Losanna, invece, è emerso che alcune delle accuse rivolte al club non erano veritiere.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Pexels

Francesco Cammuca