in

Mai dire gol: Aldo Biscardi show

Cari amici di Hibet Social, oggi vogliamo andarci forte con i ricordi perciò parleremo di “Mai dire gol” e Aldo Biscardi, due pilastri del trash calcistico che purtroppo oggi non esistono più.

Ci hanno fatto entrambi ridere di gusto, allietando pomeriggi e nottate con video che ai tempi dei social avrebbero “spaccato” il web. Oggi però non possiamo che ripostarne i soli ricordi, non per questo meno divertenti.

Quei furbi di “Mai dire gol” hanno riportato in auge uno dei momenti più ignoranti del giornalismo sportivo italiano. Era il 2001 quando il conduttore in studio ha ricevuto una telefonata. Dall’altra parte della cornetta c’era Gaetano dal Cagliari, un tipo del Cagliari Club, che dopo i complimenti al conduttore ha deciso di esprimersi in un modo molto particolare. Bisogna vedere il video perché a parole non renderebbe l’idea…

Il giornalista rappresenta un’icona per gli sportivi, poiché ha sconvolto i canoni della televisione nel Belpaese. Era il 1980 quando debuttò il “Processo del lunedì”, titolo proveniente da un’affermazione di Gianni Rodari che disse di lui “…parla di calcio come ad un processo”.

Un programma rivoluzionario, come affermò lo stesso Biscardi.

“Non ti dico le lotte, allora anche nelle Tribune Politiche vigeva la legge della clessidra, tre minuti a testa e via. Non c’erano trasmissioni di approfondimento sul calcio, a parte la timida moviola inventata da Eros Vitaletti e Carlo Sassi. Io mi inventai il moviolone e sconvolsi il calcio con le polemiche. Per aver detto che la Juve aveva rubato lo scudetto alla Roma pagai sette anni di boicottaggio della società bianconera, Sergio Zavoli mi rivelò ai funerali di Willy De Luca tutte le pressioni ricevute dagli Agnelli”.

Parole che lasciano poca immaginazione ma che confermano come Biscardi faccia parte della storia del nostro giornalismo sportivo.

Lasciatecelo dire: non ci sono più le trasmissioni di una volta! Certe perle sono uniche e irripetibili…

Per altre parole nel pallone, cliccate qui.

Fonte video: *rivogliamo MAI DIRE GOL

Maria Caterina Crugliano

Scritto da Maria Caterina Crugliano

Copywriter dell’ironia. I miei genitori devono ancora capire che lavoro faccio. Penso quindi scrivo (e rido).