in

Il Liverpool festeggerà in campo neutro il suo titolo di campione

Fonte immagine: wallpaperflare

La ripartenza di un buon numero di campionati di calcio europei, 10 in totale, parrebbe ormai aver raggiunto un punto di non ritorno, almeno per quanto riguarda quei campionati che avevano lasciato un punto interrogativo sul loro destino.

Chi riparte e chi ha già finito

Francia, Belgio, Olanda e Scozia sono i campionati che hanno già deciso di chiudere anticipatamente le loro stagioni.

Per quanto riguarda gli altri campionati, a parte la Bundesliga che ha anticipato i tempi, la maggior parte delle prossime leghe riprenderanno tra inizio e metà giugno, compreso quella inglese che ha optato per il 17 giugno.

In procinto di festeggiare il suo scudetto ormai virtualmente in tasca da qualche mese, il Liverpool ha però qualche bega da risolvere, non esattamente di piccolo conto.

Ancora problemi

Riparte dunque il campionato di calcio più seguito al mondo, anche se le disposizioni in materia di Corona Virus, saranno molto simili a quelle, alquanto rigide, intraprese negli altri Paesi.

Stadi chiusi, numero ristretto di persone dentro, misure di distanziamento sociale in panchina, discorsi tra giocatori e arbitri ridotti all’osso e così via.

Ma c’è un altro problema da tenere in considerazione, legato proprio allo scudetto in arrivo ai “Reds”.

La vittoria della Premier necessita ormai della sola ufficializzazione, visto che a 9 giornate dal termine la squadra di Klopp veleggia con la bellezza di 25 punti di vantaggio sulla seconda, il distanziatissimo Manchester City.

Ma la situazione attuale prevede la necessità assoluta di evitare la formazione di assembramenti, situazione che verrebbe certamente a crearsi nella giornata in cui il Liverpool vincesse il suo 19esimo titolo.

Non basterà la partita a porte chiuse

Nel caso in cui il Liverpool mettesse in tasca ufficialmente il titolo al termine di una partita casalinga, ci sarebbero tutta una serie di strascichi pericolosi immediatamente dopo il triplice fischio, il primo dei quali riguarda, ovviamente i festeggiamenti.

Oltre alle partite grazie alle quali Salah e compagni potrebbero vincere lo scudetto inglese, la polizia ha individuato alcune gare da disputarsi in campo neutro, proprio per evitare assembramenti da parte di tifosi:

  • Manchester City-Liverpool
  • Manchester City-Newcastle
  • Manchester United-Sheffield United
  • Newcastle-Liverpool
  • Everton-Liverpool

Non è certo uno scenario che si abbina alla festa, alla passione e alla fede calcistica, ma in tempi di Covid-19 non si può fare altrimenti.

Sarebbe uno scenario che permetterebbe, comunque, di portare a termine una stagione che, definirla travagliata è piuttosto riduttivo.

Si stanno prendendo delle contromisure anche per evitare che la squadra, nel caso in cui si propendesse per la linea della partite in campo neutro, al suo ritorno in aeroporto si trovasse assalita da migliaia di fan dei Reds.

Le date della FA Cup

Decise intanto anche le date della FA Cup, giunta ai quarti di finale con i seguenti accoppiamenti:

Sheffield-Arsenal

Newcastle-MAN City

Norwich-MAN UTD

Leicester-Chelsea

I quarti si giocheranno il 27 e 28 di giugno, le semifinali il 17 e il 18 di luglio, mentre la finale è programmata per il primo di agosto.

Andrea Borea

Fonte immagine: wallpaperflare

Andrea Borea

Scritto da Andrea Borea

Editorialista, scrivo di sport e di attualità da 25 anni, appassionato di basket NBA, poker sportivo, betting, podcast e di libri. Se rotola, mi troverete lì.