in

Lione, Aulas le tenta tutte: “Tutti a Lourdes prima della Juve”

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Con la ripartenza dei principali campionati di calcio, ci si avvicina sempre di più anche alla ripresa delle coppe europee, la Champions League e l’Europa League. Tra le squadre che faranno coincidere il ritorno in campo con la nuova apparizione sulla scena internazionale c’è il Lione, avversario della Juventus e capace di vincere la gara di andata con il punteggio di 1-0.

Complice proprio la conclusione del campionato, i transalpini non potranno avere a disposizione proprio l’autore del gol-vittoria, Tousart, che si è accordato per approdare all’Hertha Berlino e sarà arruolabile con la sua nuova squadra a partire dal 1° luglio, ovvero prima del match contro i bianconeri per stabilire chi andrà ai quarti di finale.

E proprio a proposito di una gara proibitiva, se non altro perché nel frattempo la Juve – a differenza del Lione – avrà messo minuti nelle gambe, Jean-Michel Aulas ha fatto capire che ha già in serbo un piano. “Cercheremo di prepararci al meglio anche se non sappiamo neppure se riusciremo a disputare qualche amichevole. Nel calcio poi non si sa mai. Lo si è visto all’andata. E per agosto recuperiamo il capitano Depay. Magari però faccio prima un giro a Lourdes”.

Dunque Aulas e il Lione ci credono ma prendendo le dovute precauzioni. E al di là della provocazione, il patron del club transalpino ammette ai microfoni de La Gazzetta dello Sport che giocare il ritorno in queste condizioni è penalizzante: “È inevitabile che la Juve sia super favorita, ma non perché è più forte, ma perché arriverà in forma, anche se Ronaldo per ora non sembra al top. Noi invece avremo appena ripreso dopo più di tre mesi e mezzo di stop”.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Se vuoi seguire altre notizie sul mondo dello sport clicca QUI.

Francesco Cammuca