in

L’INCUBO DELLE ITALIANE IN EUROPA HA UN NOME: Cüneyt Çakır

Tutto ciò che c’è da sapere sull’arbitro turco e dei suoi arbitraggi contro le squadre italiane.

Cüneyt Çakır share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @sporbord

Negli ultimi giorni si è parlato tanto dell’arbitraggio europeo contro le italiane, anche grazie all’ultimo turno di Champions League che ha visto il Milan essere penalizzato nella sfida casalinga contro l’Atletico Madrid.

Gli episodi di cui si è discusso sono: l’espulsione di Kessie, ritenuta eccessiva per l’arbitraggio condotto fino a quel momento, e il rigore per mani di Kalulu fischiato nei minuti finali della gara, ma preceduto a sua volta da un altro tocco con il braccio di Lemar.

Una partita che potrebbe risultare decisiva per le sorti del girone, e proprio per questo gli esponenti del Milan, dai calciatori all’allenatore, non si sono fatti mancare parole di disprezzo verso l’arbitro. Ma chi è il fischietto in questione? Non è altro che il turco Cüneyt Çakır, arbitro dall’operato che ha sempre fatto parlare di sé, soprattutto in ambito europeo e con le squadre italiane in mezzo.

CHI È ÇAKIR?

Ma prima di addentrarci più attentamente nei suoi precedenti operati “anti-Italia”, andiamo a vedere chi è realmente Çakır:

Di professione assicuratore, Çakır brucia subito le tappe nella carriera arbitrale, esordendo dapprima nella Turkcell Süper Lig nel 2001 (a soli 25 anni nda), per poi debuttare in ambito internazionale nel 2007, nella partita valevole per le qualificazioni agli Europei del 2008 tra Israele ed Estonia. A partire dalla stagione 2008-2009 entrerà stabilmente tra gli arbitri designati per le competizioni UEFA. A questi numerosi prestigi, si affiancano le nove direzioni fatte in tre campionati europei (2012, 2016 e 2020 nda), che ne fanno del turco primatista di partite arbitrate in questa competizione, e le due semifinali dirette nei campionati del mondo 2014 e 2018 (rispettivamente Argentina-Olanda e Croazia-Inghilterra). Infine, a curriculum risulta una finale di UEFA Champions League tra Juventus e Barcellona, arbitrata a Berlino nel 2015.

JUVE-BARCELLONA (BERLINO 2015)

Ed è proprio da quest’ultima partita citata che l’arbitraggio di Çakır prende la nomina di “Anti-Italiano”.

La partita vede sfidarsi da una parte il Barcellona, guidato da Luis Enrique e trascinata dal tridente magico composto da Messi-Neymar-Suarez. Dall’altra, la prima Juventus di Massimiliano Allegri, trascinata invece da uno dei centrocampi più forti della sua storia, composto da Marchisio, Pirlo, Pogba e Vidal. Dopo un primo tempo dominato e condotto dal Barcellona per 0-1 grazie a un gol di Rakitić, la Juve svolta la sua gara ad inizio ripresa, quando Morata insacca in rete il pallone dopo un tiro ribattuto da Ter Stegen. Da qui in avanti, la Juve prende le redini del gioco, fino a quando, al 67’ minuto entra di scena l’arbitro turco: nell’area di rigore blaugrana avviene un contatto tra Pogba e Dani Alves, con quest’ultimo che sembra dapprima toccare il francese sul ginocchio per poi stenderlo a terra con una vistosa trattenuta. Incurante del contatto, Çakır lascia proseguire e, sulla ripartenza successiva, Suarez sigla il gol del soprasso catalano.

Una finale che, a detta di molti tifosi juventini, poteva avere un risultato diverso se quel rigore fosse stato fischiato.

Leggi anche...  Il segreto di Giovanni Simeone: “Medito e faccio gol”

PORTO-ROMA (2019)

Quattro anni più tardi, Çakır si renderà nuovamente protagonista a scapito di un’altra squadra italiana.

La partita è Porto-Roma, partita di ritorno degli ottavi di Champions League. Con la partita arrivata ai tempi supplementari sul risultato di 2-1, i Dragões trovano il gol qualificazione al 117’ grazie ad un rigore realizzato da Telles. Pochi istanti più tardi, però, la Roma potrebbe avere l’occasione di siglare il gol della contro qualificazione quando Marega butta giù in area Schick, ma anche in questo caso l’arbitro turco lascia proseguire, condannando la Roma all’eliminazione e Di Francesco all’esonero.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @sporbord

Sommario
L'INCUBO DELLE ITALIANE IN EUROPA HA UN NOME: Cüneyt Çakır
Titolo
L'INCUBO DELLE ITALIANE IN EUROPA HA UN NOME: Cüneyt Çakır
Descrizione
Cüneyt Çakır: Tutto ciò che c’è da sapere sull’arbitro turco e dei suoi arbitraggi contro le squadre italiane.
Autore