in

Ruben Limardo, il campione olimpico che fa il rider

Ruben_Limardo_Giochi_Olimpici_di_Tokyo
Fonte immagine: Wikipedia Commons

La storia di Ruben Limardo è una di quelle che meritano grande attenzione, oltre a una serie infinita di applausi. Stiamo parlando di uno schermidore che ha dato al Venezuela una delle più grandi emozioni e gioie nella storia dei Giochi Olimpici. Con la sua spada in mano è stato capace di portare a casa una medaglia d’oro a Londra nel 2012, mentre sei anni dopo ha portato a casa l’argento ai Mondiali.

Nel frattempo, però, gli allenamenti per Ruben Limardo continuano, in attesa che si possa tornare alle gare. Sta pensando ai Giochi Olimpici di Tokyo del prossimo anno, ma nel frattempo deve guadagnarsi da vivere. E lo sta facendo in Polonia, nella cittadina di Lodz, dove si è messo a fare… il fattorino. Proprio così: un campione olimpico si è messo a fare consegne di cibo a domicilio in sella alla sua bici.

Dalla pedana alla bicicletta

Ruben Limardo ne ha parlato sulle pagine dei quotidiani locali, ripresi dai colleghi de Il Giornale. Qui il campione olimpico di Londra 2012 ha fatto capire che la sua, a causa del virus che non consente di gareggiare, è una situazione particolare: “Senza sponsor e senza rimborsi spese, dobbiamo inventarci qualcosa per tirare avvanti e quello del ridere è un lavoro come un altro. Non lo faccio solo io, ma praticamente tutti i miei compagni di squadra”.

Lo schermidore nativo del Venezuela, ma che si è ormai stabilito in Polonia, ha confessato di percorrere ogni giorno non meno di 50 chilometri in sella alla sua bici. Ma a dargli una mano dal punto di vista morale c’è il grande obiettivo da raggiungere – se tutto andrà bene – durante la prossima estate: “Ogni volta che faccio una consegna dico a me stesso che anche questo mi aiuterà a ottenere la medaglia che sogno di conquistare ai Giochi di Tokyo”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca