in

Ligue 1, che guaio: sparisce Mediapro con i suoi miliardi

Mediapro che doveva occuparsi della trasmissione delle gare di Ligue 1, si è ritirata.

ligue_1_mediapro
Fonte immagine: Twitter

Un vero e proprio caos sta scoppiando attorno alla Ligue 1. Di fatto, il massimo campionato di calcio in Francia non ha più una compagnia che gestisce i diritti televisivi e della comunicazione. Mediapro, la compagnia guidata da Jaume Roures, ha infatti deciso di ritirarsi dopo essersi presa un impegno importante. Sia sul piano della copertura delle partite, che per quanto riguarda l’emissione di una bella cifra.

Si parlava di 780 milioni di euro che sarebbero stati immessi nelle casse dei club e della Federcalcio francese, in cambio della trasmissione di 8 partite di campionato a giornata. La situazione si era già fatta complicata dopo le prime settimane di campionato, in cui la posizione di Mediapro ha iniziato a vacillare. Per poi esplodere in maniera definitiva nel mese di ottobre, quando si sono chiusi i rubinetti.

Niente pagamenti

La Ligue 1, infatti, ha visto il primo mancato pagamento da parte di Mediapro proprio durante il mese di ottobre. E con l’esplosione di questa vera e propria bomba, la cui miccia si è però accesa nei mesi scorsi, il massimo campionato francese si trova in grande difficoltà. Soprattutto dal punto di vista economico, data la clamorosa perdita di ben un miliardo e 800 milioni di euro data dalla fuga di Mediapro.

Una cifra complessiva che prevede anche il mancato accordo con Canal +, che aveva promesso ben un miliardo in cambio della trasmissione delle partite. Bisogna anche ricordare che Mediapro aveva promesso una cifra di un miliardo e 153 milioni all’anno fino al 2024. Denaro che, naturalmente, la Ligue 1 non vedrà mai. Pertanto bisognerà pensare al più presto alla redistribuzione dei diritti per le prossime stagioni.

Le trasmissioni proseguono

Anche perché Mediapro dovrà continuare a garantire la trasmissione delle partite di questa stagione. Ma nel frattempo la società sta provando a tappare gli eventuali buchi dati da un ricorso, da parte della Federcalcio, a un processo penale. Per questo motivo, il patron Jaume Roures avrebbe già emesso 100 milioni di euro per provare a garantirsi l’immunità giudiziaria. Una immunità che potrebbe non esserci in ogni caso.

E intanto, la situazione dei club si aggrava ancor di più a causa di questi ammanchi imprevisti, legati alla vicenda Mediapro. Ci sono club come Nimes e Montpellier che hanno fatto capire chiaramente di poter garantire gli ingaggi fino a marzo, dopodichè si navigherà a vista. E persino il Paris Saint Germain del faraone Al Khelaifi ha preannunciato una perdita a bilancio di ben 200 milioni di euro. 

Dunque una vera e propria polveriera sta per scatenarsi in Francia. E i danni potrebbero essere ancor più profondi.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Twitter

Francesco Cammuca

Sommario
Ligue 1, che guaio: sparisce Mediapro con i suoi miliardi
Titolo
Ligue 1, che guaio: sparisce Mediapro con i suoi miliardi
Descrizione
Mediapro, compagnia che doveva occuparsi della trasmissione delle gare di Ligue 1, si è ritirata. E con essa sono sparite centinaia di milioni di euro.
Autore
Francesco Cammuca

Scritto da Francesco Cammuca

Giornalista, 30 anni di vita all'insegna dello sport, tra ciò che si vede in campo e quel che lo circonda.