in

Charles Leclerc ha un passo differente

Ferrari_lecrelc_vettel
Fonte immagine: Wikipedia Commons

leggenda Michael Schumacher. Ma la gara disputata a Portimao ha fornito nuovi spunti in vista soprattutto della stagione 2021, considerando questa già archiviata.

È troppo lo strapotere del tandem composto dal pilota britannico, mai domo e mai sazio nonostante l’ampio vantaggio sulla concorrenza, e da una Mercedes che non sembra poter avere battute di arresto da qui alla fine della stagione. Per questo motivo ci si concentra soprattutto sul contorno e sugli sviluppi delle altre monoposto, in vista della prossima stagione che ci auguriamo sia più frizzante e divertente nella lotta di testa.

Leclerc con vista 2021

In questo contesto si inserisce alla perfezione la Ferrari, che sta vivendo una stagione a doppia velocità. Da una parte c’è Charles Leclerc, che continua a far vedere di che pasta è fatto nonostante una monoposto in difficoltà (a dispetto delle novità comunque incoraggianti portate a Portimao). Dall’altra parte c’è Sebastian Vettel, il quale resta ancora ben lontano dalle posizioni di classifica che contano e non riesce proprio a trovare il bandolo della matassa.

Le ultime schermaglie verbali di certo non aiutano, con Seb che fa capire di “non voler correre per portare a casa le briciole” e il team principal Mattia Binotto che parla chiaramente di “prima e seconda guida”, rispettivamente Leclerc e Vettel. Ormai ci si trascina, nel rapporto tra Maranello e il tedesco, stancamente verso la fine della stagione. Il quattro volte campione del mondo ha un solo obiettivo in testa: andare a prendersi al più presto la sua Aston Martin F1.

Ma nel frattempo la Ferrari si gode Leclerc, con la speranza di potergli affidare una monoposto che possa tornare a competere per il titolo.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca