in

Leclerc punta al rilancio Ferrari: “Ma Hamilton è un marziano”

Fonte immagine: Facebook

L’inizio di questo strano campionato del mondo di Formula 1 è stato molto complicato per la Ferrari. Nelle prime quattro gare della stagione, infatti, la Rossa è salita sul podio solo in due occasioni, e in entrambi i casi con Charles Leclerc al termine di gare non convenzionali. La prima in Austria, quando il monegasco ha sfruttato in particolare la penalità inflitta a Hamilton; la seconda dopo il “caos gomme” di Silverstone, con Bottas in particolare che ne ha risentito.

Al termine di una bella chiacchierata con Walter Veltroni per la Gazzetta dello Sport, Leclerc ha fatto capire quanto sia complicato gareggiare, con questa Ferrari, contro una Mercedes e un Hamilton così: “Lewis secondo me è uno dei più grandi piloti della storia della Formula 1 e sta facendo un grandissimo lavoro. È sempre molto costante, sempre al cento per cento, mentalmente molto forte. Dunque non c’è niente da dire: la Mercedes, lui. La combinazione tra i due elementi fa sì che in questo momento sia veramente difficile competere con loro”.

Ma poi c’è il grande legame con la Ferrari e il sogno di guidare una Rossa: “È stato un sogno arrivare fin qui. E sono consapevole che è il sogno di tanti, arrivare a Maranello. Dunque sento la responsabilità di portare in alto il nome della Ferrari. Questo momento non è facile in pista, c’è tanto lavoro da fare. Però è interessante avere un progetto comune così lungo”.

Le cose non stanno andando alla grande, ma Leclerc si sente di poter puntare al 2022 come all’anno della svolta: “Questa è una domanda complicata. Dare un tempo esatto è molto difficile. Adesso è un momento assai complesso per la Scuderia, dunque ci vorrà abbastanza tempo. Quanto, ora, non lo so. Però credo che nel 2022 ci sarà un rilevante cambiamento di regole e quella sarà una grandissima opportunità per cambiare le cose”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Facebook

Francesco Cammuca