in

Le ripartenze dal basso: croce e delizia del calcio moderno

ripartenze_dal_basso_calcio_moderno
Fonte immagine: instagram

Sta diventando quasi una moda, anche tra i commentatori sportivi, discutere sempre più frequentemente su queste ormai famose “ripartenze dal basso”.  Quasi sempre in termini decisamente negativi, visto che gli errori in questa fase sono spesso determinanti. 

Cosa sono le ripartenze dal basso?

Cosa sono in realtà? In definitiva vengono chiamate così tutte quelle azioni che ripartono con palla a terra dal portiere, cercando di costruire fin da subito il gioco tramite una rete di passaggi atta non solo a trovare il varco giusto per far partire l’azione offensiva, ma anche a costringere gli avversari a disporsi in un certo modo sul campo. 

Ora, analizzare nel dettaglio le motivazioni tattiche che portano a questo tipo di evoluzione tattica, sarebbe materia di studio a Coverciano e lo lasciamo fare ai più tecnici. 

La cosa su cui possiamo discutere però, è l’errata percezione della cosa da parte proprio di chi si occupa di comunicazione nel calcio: commentatori e tecnici televisivi in primo luogo. 

Perchè è evidente che della “costruzione dal basso” non si stanno lamentando gli allenatori in attività, che anzi praticamente senza eccezioni utilizzano questa strategia proprio per avere un arma in più contro gli avversari. 

L’errore di percezione

A fomentare le polemiche sono invece opinionisti di varia natura che troppo spesso si fermano durante alcune telecronache a sottolineare alcuni errori proprio in questa fase di ripartenza, che in alcuni casi sono costate reti pesanti. Da lì la domanda: “Ma perchè continuano a fare sta cosa se è così pericolosa?”. 

La risposta in realtà, l’avrebbero già. E parte soprattutto da un errore di base: stanno analizzato qualcosa solo in base a una percezione parziale e sommaria. 

Se è vero infatti, che qualche errore in fase di costruzione dal basso può portare in talune occasioni a qualche rete avversaria, si dimenticano di quante altre volte invece, è la stessa squadra in possesso ad aver fatto nascere un gol o un’azione importante da cui poi è nato un gol, proprio sfruttando questa partenza dal basso. 

Leggi anche...  JUVE DA RIVOLUZIONARE: ecco gli errori da non rifare

 

In mancanza di tale dato, qualsiasi commento televisivo è completamente astratto e il più delle volte fuorviante. 

E gli unici ad avere in mano questi dati, guarda caso, sono proprio quegli stessi allenatori che questa strategia continuano a utilizzarla tranquillamente, consci dei vantaggi che porta rispetto ai suoi pericoli. 

Per cui quando sentirete ancora parlare delle “ripartenze dal basso”, invece di chiedervi quanti gol sono stati presi da errori in ripartenza, chiedetevi quanti ne sono stati fatti proprio grazie a questa strategia tattica. 

Sommario
Le ripartenze dal basso: croce e delizia del calcio moderno
Titolo
Le ripartenze dal basso: croce e delizia del calcio moderno
Descrizione
Le ripartenze dal basso: croce e delizia del calcio moderno. Per molti commentatori sportivi è il male assoluto. Ma allora perchè quasi tutti gli allenatori la usano?
Autore