in

Le gentili gesta di Cristiano Ronaldo: quando offrì anche casa sua a Nani.

Il giocatore resta sempre il numero uno in campo di generosità.

cristiano ronaldo share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @cristiano

“Deco, Maniche, Luis Boa Morte. Nei miei primi giorni in nazionale, i calciatori con più esperienza mi aiutavano tantissimo. Mi davano consigli e mi sgridavano quando facevo qualcosa che non era la cosa migliore per la squadra, com un dribbling di troppo o un passaggio al momento sbagliato. Mi stavano facendo da insegnanti. Mi è stato molto utile. Ero giovane e dopo quel periodo potevo dire la mia in Premier League e in Champions League” afferma il portoghese Nani, che racconta i primi passi della sua carriera, costellati da numeri uno in gamba che lo hanno accolto con grande entusiasmo nel 2006.

Tra questi c’è anche Cristiano Ronaldo, che da buon connazionale fa gli onori di casa, riservando le buone maniere non solo a lui ma anche ad Anderson, il brasiliano: “Quando ci siamo trasferiti a Manchester, Ronaldo ci ha offerto casa sua. Abbiamo vissuto con lui per qualche mese, il tempo di conoscere bene la città e abituarci. Quando abbiamo trovato ognuno una casa ci siamo trasferiti, ma ci è stato molto utile perchè ci ha aiutato con l’inglese, la guida dall’altro lato e tutto il resto”afferma Nani, che in più aggiunge anche: “Ci insegnava, ma allo stesso tempo era una competizione continua dentro casa. Avevamo tutto: piscina, campo da tennis, tavolo da ping-pong. E giocavamo ogni giorno, per vedere chi fosse il migliore ma anche per tenerci in forma. E non ci abbiamo mai fatto caso, ma a ripensarci anni dopo, tutta quella competizione ci ha fatto bene”.

Il solito CR7!

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @cristiano