in

Alcuni retroscena sulla vita di Thiago Silva

Il calciatore ha rischiato di morire di tubercolosi.

thiago silva
Fonte immagine: Instagram

All’origine della sua carriera, il famoso e forte Thiago Silva aveva ancora 21 anni quando ha scoperto di essere affetto da una terribile malattia: la tubercolosi.

Allora, era ancora un ragazzino e nonostante la sua giovane età aveva contratto una malattia molto grave che se non avesse scoperto il tempo, probabilmente lo avrebbe potuto condurre alla morte.

I sintomi erano quelli della febbre alta, sudorazione eccessiva e attacchi di tosse importanti: sono stati proprio questi ad insospettire la moglie e la madre del giocatore, che all’epoca era di casa al Milan. 

 Il controllo in ospedale

Una volta giunti in ospedale e realizzato un controllo, al calciatore vennero diagnosticati dei sintomi che erano proprio quelli della tubercolosi e anzi erano in uno stato talmente avanzato che i medici avevano anche preso in considerazione l’idea di rimuovere una parte dei polmoni.

Questo brutto inconveniente gli costò un anno di fermo, che però gli consentì di riprendersi senza il pericoloso intervento che avrebbe significato la fine della sua carriera calcistica con largo anticipo.

La pornostar Shona River: “Sono stata con alcuni giocatori del Manchester United”

La scoperta è stata sconcertante poiché i medici rimasero sbalorditi quando realizzarono che aveva contratto questa malattia da ben sei mesi prima della loro scoperta e gli dissero infatti che mancavano due settimane e poi sarebbe morto se non l’avessero scoperto.

Questa notizia ottenuta giusto in tempo fu un vero e proprio miracolo e ha consentito a Thiago Silva di giocare e di dare ancora per molto il meglio di sé. 

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram