in

Juventus, potevi recuperare Higuain

Juventus
Fonte immagine: Wikipedia Commons

Gonzalo Higuain riparte dagli Stati Uniti. Terra in cui svernare a suon di milioni di dollari per alcuni, ma il bomber argentino non è di certo il tipo intenzionato ad accontentarsi di avere il conto in banca gonfio e stare in panciolle a godersi il sole e il mare della Florida. Proprio così, perché l’ambizioso Inter Miami – che tra i suoi soci ha anche un certo David Beckham – ha deciso di puntare con forza su di lui.

Higuain ha raggiunto un compagno con cui ha condiviso gli ultimi due anni alla Juventus, ovvero il mediano francese Blaise Matuidi. E nelle sue prime dichiarazioni, ha fatto capire chiaramente di essere intenzionato a rilanciarsi nella Major League: “Sto bene, mi sento pienamente un calciatore. Sono motivato, voglio provare un nuovo campionato e aiutare la squadra a crescere. Individualmente l’obiettivo è quello di dimostrare di poter contribuire e continuare a giocare un grande calcio. Spero di raggiungerlo, abbiamo i mezzi per farlo. L’Inter Miami è una squadra in costruzione ma c’è già una buona base”.

E allora ecco che viene fuori il dubbio. Di fronte a un giocatore così ben intenzionato e con un senso del gol che in pochi hanno, ha fatto bene la Juve a liberarsi così in fretta di Higuain? Considerando tutta una serie di motivi, potrebbe essere stata una pessima idea. In primis sul piano tecnico, visto che la Juventus ha liberato a costo zero un giocatore un giocatore di neanche 33 anni per investire 15 milioni (e annesso ingaggio) per un pari età come Dzeko.

E poi c’è la questione strettamente legata al bilancio. Higuain è costato alla Juventus oltre 110 milioni tra cartellino e ingaggio, per poi essere liberato a zero. Anche dal punto di vista aziendale, avrebbe meritato un’altra chance. Forse l’ultima.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca