in

La fuga da Barcellona è iniziata: l’ultimo sarà Messi?

Fonte immagine: Wikipedia Commons

A Barcellona sta per iniziare una vera e propria diaspora, figlia delle intenzioni del presidente Josep Bartomeu di cancellare al più presto l’ultima traumatica stagione. Per la prima volta dal 2008, infatti, i blaugrana hanno chiuso un’annata senza neanche un trofeo aggiunto alla bacheca. Una delusione enorme, un’onta che difficilmente si potrà cancellare dalla storia recente di un club meraviglioso.

Per questo motivo, stando alle volontà del patron – per il quale si tornerà a votare a breve – il repulisti sarà pressochè totale. Dalla dirigenza, che vedrà partire una figura comunque carismatica come Eric Abidal, alla guida tecnica, che dovrebbe essere affidata a una vecchia bandiera del Barça come Ronald Koeman. Per non dimenticare il parco giocatori, che senza dubbio verrà rivoluzionato.

I nomi in uscita sono tanti, e tutti altisonanti. Si inizia a parlare già di un clamoroso ritorno, ovvero quello di Luis Suarez all’Ajax, il club che lo ha lanciato nel grande calcio. Stesso discorso per Ivan Rakitic, il quale ha fatto capire chiaramente che vorrebbe tornare al Siviglia. Si parla anche di un addio immediato per Antoine Griezmann, pagato una fortuna un anno fa e mai inseritosi del tutto nell’ambiente catalano.

E in tutto questo, non possiamo dimenticare Leo Messi. C’è chi dice che la Pulce andrebbe via subito, ma anche chi sostiene che l’anno buono per vedergli cambiare aria sarà il 2021. Infine, la corrente più “passionale” vedrebbe l’argentino con una sola altra maglia, quella del Newell’s Old Boys di Rosario, la sua città natale. Anche se nella sponda nerazzurra di Milano si comincia a sognare a occhi aperti.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca