in

La bordata di Toto Wolff: “Hamilton derubato di un titolo”

Parla il team principal Mercedes

toto wolff hamilton share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @mercedesamgf1

A Toto Wolff non è ancora passata la delusione per il titolo mondiale piloti sfumato all’ultimo giro dell’ultima gara di questa lunga stagione: “Abbiamo deciso di non fare appello – dichiara – , pur essendo consapevoli delle nostre ragioni. Ma siamo anche consapevoli delle conseguenze di un eventuale appello. Sono certo che avremmo vinto in qualsiasi aula di tribunale, ne sono certo, alla luce degli elementi a nostra disposizione. Ma non è nel nostro stile, e qui non discutiamo come è strutturata la Fia o la Direzione Gara”.

Il team principal della Mercedes sostiene in conferenza stampa che le regole non siano state fatte rispettare in maniera coerente durante il 2021: “È però necessario chiarire come andremo avanti, serve la certezza di regole precise, chiare, equidistanti e che siano applicate in modo continuativo e univoco. Quattordici mesi fa, nel GP Eifel 2020, è stata una presa una decisione opposta a quella presa nel GP Abu Dhabi 2021: decisione cambiata di 180 gradi”.

Toto Wolff contro la direzione gara

Secondo Wolff, oltre a Lewis Hamilton è stato penalizzato anche Carlos Sainz con la scelta di far sdoppiare solo le vetture alle spalle dei due sfidanti: “Le regole sono chiare. Se c’è una macchina incidentata in pista e serve tempo per rimuoverla, bisogna esporre le bandiere rosse. Inoltre avrebbero dovuto far sdoppiare tutti i piloti, non solo quelli tra Hamilton, primo, e Verstappen, secondo. Perché per esempio non far sdoppiare anche quelli davanti a Sainz, perché privare la Ferrari della possibilità di vincere?”.

Leggi anche...  Helmut Marko stuzzica Mercedes: “Ricorsi da perdenti”

Il titolo è stato vinto da Max Verstappen, ma Wolff non ci sta. E non se la prende neanche tanto con Michael Masi, il grande accusato dell’immediato post-gara di Abu Dhabi: “Non è questione di singoli ma di come vengono prese le decisioni. Serve un metro equo e continuo su come vengono applicate le regole. Non ho parlato con Masi, perché dovrei? Semplicemente è stata presa una decisione, negli ultimi 4 minuti del GP, che ha annientato Hamilton, gli ha tolto il titolo”.

La coda velenosa non si è ancora spenta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @mercedesamgf1