in

Keylor Navas denunciato: accusa di sfruttamento del lavoro in nero

Un caso che scuote il mondo del calcio

Fonte immagine: Profilo Instagram @keylornavas1

Keylor Navas, il portiere del PSG e della nazionale costaricana, è stato denunciato per aver impiegato un lavoratore in nero nella sua proprietà in Costa Rica. L’accusatore, che ha lavorato per Navas per cinque anni, sostiene di essere stato trattato come uno “schiavo moderno,” con orari di lavoro estenuanti e senza le giuste retribuzioni. La denuncia solleva gravi preoccupazioni sul rispetto dei diritti dei lavoratori e sull’etica dei datori di lavoro, soprattutto quando si tratta di figure pubbliche e benestanti.

La risposta del legale di Navas

Il legale del portiere ha prontamente respinto le accuse, definendole infondate e promettendo di difendere Navas in tribunale. Ha dichiarato che tutte le relazioni lavorative del calciatore sono sempre state gestite nel rispetto delle leggi vigenti e che le accuse sono solo un tentativo di estorcere denaro.

Le possibili ripercussioni

Il caso potrebbe avere serie ripercussioni sulla carriera e sull’immagine pubblica di Navas. La vicenda mette in luce la necessità di un maggiore controllo e trasparenza nel trattamento dei lavoratori domestici, specialmente da parte di persone di grande notorietà e ricchezza.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Fonte immagine: Profilo Instagram @keylornavas1

blog hibet