in

Keane contro il Manchester United: “Guardarlo mi intristisce”

Parla l’ex capitano dei Red Devils

keane share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @irishfootballfantv

Il Manchester United colleziona ancora brutte figure. Una situazione che a uno come Roy Keane davvero non può andare giù: “Nella parte precedente della stagione ero arrabbiato, ora sono solo triste. Non c’è cuore, non c’è anima, non ci sono leader e non c’è un minimo di qualità. Quindi il risultato non è certamente una sorpresa. Il club è in pieno scompiglio, dalla dirigenza all’allenatore. Ed è una cosa triste da vedere. Non è più il mio club, quello con cui giocavo io, la differenza è come quella tra il giorno e la notte”.

Lo storico ex capitano dei Red Devils ha ammesso di vivere con malessere le partite della squadra allenata da Ralf Rangnick: “Nessuno combatte e scende in campo per il suo orgoglio. Ma a questo livello non ci si può nascondere, quindi queste cose si vedono, le scoprono tutti. Ed è davvero triste veder giocare questa squadra. È il contrario di quello che si chiede a un top team, non c’è leadership o carattere. E quando le cose si fanno dure, crollano. Non combattono, non si vede determinazione”.

Roy Keane soffre

Secondo l’ex centrocampista irlandese, dopo la sconfitta pesante contro il Liverpool è necessario cambiare qualcosa. Anche per quanto riguarda la cultura del lavoro: “Il club deve lavorare molto, non si vede nulla del Manchester United per cui giocavo io, è come se parlassimo di un club completamente differente. Prima c’era un minimo di orgoglio, ma ormai non più. E questa squadra non può neanche piacere, non ha anima, non riesci a sostenerli”.

Anche perché certi giocatori non danno affatto la sensazione di tenerci o di impegnarsi per la maglia: “Persino quello che dicono a fine partita, capisco che per i calciatori sia complicato fare interviste, ma sono tutti robotici, non mostrano emozioni. Vorrei capire cosa succede al centro sportivo. Qual è la cultura dei calciatori, dei giovani, chi aiuta questi ragazzi”.

Parole dure da parte di chi usciva dal campo con la maglia intrisa di sudore e sangue.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @irishfootballfantv