in

Boicottato il World Tour in Qatar: o in bikini o niente.

Karla Borger e Julia Sude non vogliono giocare con maglietta e fuseaux con 30 gradi.

karla_borger_World_Tour_Qatar
Fonte immagine: Instagram

A Doha, a marzo, ci saranno 30 gradi e proprio per questo le tedesche Karla Borger e Julia Sude hanno annunciato che rinunceranno al torneo. Il motivo? Non sarebbe possibile giocare in bikini, anzi sarebbe stato imposto di giocare con maglietta e fuseaux, nonostante le elevate temperature.

Le giocatrici però non ci stanno e si dicono pronte a non gareggiare in segno di ribellione verso un gesto che suona di ingiustizia, anche se questo potrebbe significare rinunciare ad un evento davvero importante, ovvero ad una competizione sportiva dalla quale potrebbero tranne titoli ed onori.

Tuttavia, la decisione è presa: la coppia di beach volley della Germania ha deciso di boicottare il torneo del “World Tour” in programma in Qatar in marzo, a causa del divieto di indossare bikini in quel paese e sul quale si è molto fermi.

 

“Ci vogliono impedire di vestire i nostri abiti da lavoro”

 

Altrettanta fermezza è propria delle tedesche che affermano: “Soltanto lì non è permesso, noi vorremmo andare in Qatar, ma ci vogliono impedire di vestire i nostri abiti da lavoro. Quello è l’unico paese dove il governo locale ci dice come dobbiamo svolgere il nostro lavoro, e a noi questo non va assolutamente bene”.

Bisogna tenere conto del fatto che da sette anni, Doha ospita una tappa del “World Tour” di beach volley, ma finora era stato riservato solo agli uomini; questo invece sarebbe il primo anno in cui la presenza viene allargata anche alle donne, alle quali però è stato chiesto di giocare indossando una maglietta e un fuseaux.

Evidentemente nonostante i 30 gradi, non ci sarebbero altre motivazioni valide, ma nemmeno quella sembrerebbe bastare, a tal punto che la Sude fa notare come in occasione dei Mondiali di atletica a Doha è stato permesso ad alcune partecipanti di indossare indumenti di gara che mostravano l’ombelico e quindi, visto che a loro adesso non sarà concesso, il boicottaggio sembra l’unica strada da seguire.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram

Sommario
Boicottato il World Tour in Qatar: o in bikini o niente.
Titolo
Boicottato il World Tour in Qatar: o in bikini o niente.
Descrizione
Karla Borger e Julia Sude boicottano il “World Tour” di beach volley per il divieto di indossare il bikini in Qatar.
Autore