in

Inzaghi recita il mea culpa: “In certi casi bisogna essere perfetti”

La sconfitta contro il Bayern Monaco lascia ancora il segno

inzaghi share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @simoneinzaghi_

Simone Inzaghi ancora rimugina dopo l’ennesima sconfitta in una partita di cartello. Anche se ci sono state le occasioni per tornare in partita: “Siamo stati troppo contratti nei primi 20 minuti, abbiamo trovato una delle squadre più forti d’Europa, straordinaria e intensa. Dovevamo scappare più velocemente sull’assist di Kimmich e la palla era da coprire di più. Dovevamo fare meglio, ma nel secondo tempo abbiamo pressato e avuto l’occasione di riaprire la partita anche con Dzeko e Correa”.

Il tecnico dell’Inter, dopo la sconfitta contro il Bayern Monaco, fa capire che dal suo punto di vista non c’è stato un vero dominio da parte dei bavaresi: “Serviva essere perfetti e non lo siamo stati. Abbiamo fatto degli errori in fase difensiva come nei due gol del derby, dovevamo essere più bravi nelle letture con giocatori come Sané e Coman. La partita era aperta quando abbiamo subito il secondo gol, c’erano spazi. Non ricordo però molte parate di Onana”.

Inzaghi e le scelte tecniche

In conferenza stampa Inzaghi ha parlato delle scelte di formazione. In primis quella di non schierare Nicolò Barella dal primo minuto: “È stata una scelta, ho deciso di dargli un turno di riposo inizialmente. Lui sta convivendo con un problemino da inizio anno, lui è un generoso e vuole giocare, avevo deciso di risparmiarlo. Poi sull’1-0 lo stavo inserendo, perché avevo visto che avevamo creato delle situazioni per poter segnare, in quel momento abbiamo preso il 2-0. Ho aspettato un attimo e ho deciso di farlo riposare, sabato penso che rientrerà”.

Per quanto riguarda Andre Onana e il dualismo in porta, invece, il tecnico nerazzurro fa capire chiaramente che il camerunense non è diventato il titolare. Anzi, sabato in campionato contro il Torino ci sarà ancora una volta il cambio della guardia: “Assolutamente no, non ci sono delle gerarchie in porta, dipenderà dalle partite e dalle condizioni dei due portieri. E sabato col Torino, ad esempio, giocherà Handanovic”.

In ogni caso, l’Inter deve rilanciarsi al più presto.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @simoneinzaghi_