in

Inter ed Europa League: se non ora, quando?

Fonte immagine: Facebook

Archiviato un campionato che avrebbe anche potuto concludersi in maniera più dolce, l’Inter si è buttata a capofitto sull’Europa League. Una manifestazione che i nerazzurri possono anche puntare a vincere, anche dopo aver superato il Getafe nel primo scoglio della fase a eliminazione diretta. Del resto, per una squadra come quella nerazzurra che per il secondo anno consecutivo approda in coppa dopo l’uscita dalla Champions League, si tratta di una consolazione non da poco.

Tra le altre cose, l’Inter ha dimostrato di essere in buone condizioni fisiche, al di là di qualche defezione importante (in particolare a centrocampo) che ha condizionato le scelte di Antonio Conte nelle ultime tredici gare di campionato. E non sono mancati i momenti di pura elettricità, come la sfuriata del tecnico pugliese nonostante il successo sul campo dell’Atalanta, con cui si è concluso il campionato interista.

Il Biscione ha concluso al secondo posto, a un solo punto dalla Juventus ancora campione d’Italia e con la consapevolezza di aver scialacquato punti importanti che potevano servire alla causa tricolore. Ma ora c’è da pensare solo all’Europa League e all’obiettivo minimo, ovvero cercare di portare a casa un trofeo. È tutto potenzialmente nelle corde di Lukaku e compagni, i quali dopo aver superato l’ostacolo spagnolo si candidano con forza alla conquista del titolo.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Facebook

Francesco Cammuca