in

Inter, Moratti saluta Zhang: “Oaktree rispetti il club”

Fonte immagine: X

Massimo Moratti saluta a modo suo la famiglia Zhang dopo aver gestito l’Inter negli ultimi anni. I cinesi hanno costruito il secondo mandato più vincente alla presidenza del club nerazzurro nella storia. Al primo posto c’è ancora l’imprenditore petrolifero nonchè figlio d’arte, il quale ha voluto spendere due parole nei giorni in cui è diventato ufficiale il passaggio di consegne al fondo Oaktree. Al tempo stesso, però, l’ex patron del club meneghino non ha risparmiato delle frecciate.

Queste sono le parole che Massimo Moratti ha voluto spendere per Steven Zhang. Un presidente che è stato costretto a concludere il suo mandato, salutando comunque con lo scudetto: “Mi dispiace tantissimo sia finita così. Ho molta stima di Steven, ha vinto due scudetti e tanti trofei in questi anni. I debiti che non è riuscito a saldare li ha fatti spendendo per l’Inter, non per fatti suoi. Speravo riuscisse a rimanere a capo della società, di recente l’ho sentito ma non abbiamo parlato di questo”.

Inter, Moratti alza la voce

Dopo aver parlato della fine del rapporto tra la famiglia Zhang e l’Inter, Moratti ha voluto alzare la voce. In particolare ha cercato di mettere in guardia proprio i vertici di Oaktree, i quali non dovranno togliere nulla all’attuale intelaiatura del club: “Speriamo abbiano rispetto delle necessità della squadra e della società per rimanere ad alti livelli. Nel calcio, il futuro roseo si costruisce giorno per giorno”.

Da buon vecchio rappresentante del calcio italiano dei presidenti mecenati, Massimo Moratti non può non notare una certa internazionalizzazione nelle proprietà dei club di Serie A. E lui stesso ha cercato di darsi una spiegazione tutto sommato veritiera: “L’aumento dei fondi stranieri in Serie A è dovuto al costo del calcio. Senza interventi esterni, a un imprenditore privato è probabile accada quello che è capitato a me quando ero a capo dell’Inter”.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Fonte immagine: X

blog hibet