in

Infantino snobba la tradizione: “Il calcio è di tutti”

Il commento del presidente FIFA

infantino share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @pitchdojo

Gianni Infantino difende la scelta di aver portato i Mondiali in Qatar. Le sue parole direttamente da Doha non lasciano spazio a commenti: “La decisione è presa e poi se ci guardiamo indietro tutti i cambiamenti che sono avvenuti sui diritti umani e i diritti dei lavoratori non sarebbero avvenuti così velocemente se non ci fosse stata l’organizzazione del Mondiale. Manca la tradizione? E chi l’ha detto? Il pallone è di tutti ed è giusto andare ovunque”.

Il numero uno della Fifa, durante il convegno che si è tenuto ieri, ha fatto capire quanto sarà bello esplorare un nuovo mondo: “Sarà fantastico per i tifosi e per i giocatori a livello logistico, perché non vi sarà praticamente nessuno spostamento. E poi si giocherà nel momento migliore dell’anno perché i giocatori saranno al picco delle loro performances, non arriveranno stanchi dopo una stagione logorante. Penso che possa essere tecnicamente il miglior mondiale di sempre”.

Infantino e la situazione in Russia

Infantino ha anche fatto riferimento alla situazione in Russia. Ci si aspettava che i mondiali di 4 anni fa cambiassero le carte in tavola, ma così non è stato: “Il Mondiale di Russia del 2018 è stato sicuramente un grande Mondiale, sportivo e culturale. Ma ovviamente non ha risolto i problemi del mondo. Non ha creato una pace duratura. Ma quello che voglio dire ora è che una volta che questo terribile conflitto sarà finito, e tutti gli altri conflitti nel mondo, si spera che il calcio possa svolgere un piccolo ruolo nella ricostruzione delle relazioni, nello stabilire pace e comprensione”.

Si chiude parlando del Mondiale per Club. Una competizione che non cambierà solo periodo dell’anno, ma potrebbe anche modificare il suo format: “Doveva giocarsi nel giugno-luglio 2021 ma poi la pandemia e il posticipo di Copa America e UEFA Euro 2020 ha fatto slittare il torneo. Non abbiamo ancora fissato una data. L’attuale format del Mondiale per club non è né attraente né inclusivo. So che il calendario è congestionato ma allo stesso tempo cercheremo di trovare una o due settimane”.

Parole e musica del numero uno del calcio mondiale.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate x.

Fonte immagine: Profilo Instagram @pitchdojo