in

Il Roland Garros più pazzo di sempre

Serena Williams
Fonte immagine: Wikipedia Commons

Il Roland Garros edizione 2020 è un torneo che non era partito tra le migliori ambizioni e pretese. Già il fatto che si è dovuti ricorrere a uno spostamento di quasi cinque mesi rispetto al previsto, dato che solitamente in Francia si gioca a maggio, ha portato non pochi problemi agli organizzatori. Ma alla fine, grazie anche alla possibilità di portare il pubblico sugli spalti (seppur in maniera contingentata), ha consentito di rendere lo spettacolo leggermente migliore.

E alla fine, come accade ogni volta che un torneo o un evento subisce delle modifiche last minute, non mancano le sorprese. Specialmente nel tennis, in cui le condizioni di gioco possono cambiare da un momento all’altro, e soprattutto i giocatori più “intelligenti” riescono a cogliere la palla al balzo. Può essere il caso, ad esempio, di Marco Cecchinato. Il tennista palermitano ha già vissuto un sogno a Parigi, esattamente due anni fa.

Il Ceck arrivò in semifinale nel 2018, dopo aver battuto anche un certo Novak Djokovic. Dopo oltre un anno di purgatorio, Marco sta tornando e sta approfittando di un Roland Garros a dir poco pazzo per risalire la china. Partendo dalle qualificazioni, ha approfittato proprio di una maggiore consapevolezza del fondo piuttosto lento dei campi parigini per piazzare due colpacci non da poco, ai danni prima di Alex de Minaur  e poi di Juan Ignacio Londero.

Ma più in generale, l’effetto sorpresa è sempre dietro l’angolo in questo folle Roland Garros 2020. Ce ne siamo accorti con un’altra rappresentante azzurra, Martina Trevisan. L’atleta italiana ha superato a stretto giro di posta la connazionale Camila Giorgi e poi l’astro nascente del tennis americano, CoCo Gauff. Ma a farne le spese, stavolta in negativo, sono stati alcuni volti noti che sicuramente non si aspettavano di uscire di scena così presto.

Come nel caso di Daniil Medvedev, sorpreso al primo turno dal redivivo ungherese Fucsovics, capace di sconfiggerlo in quattro set. Oppure com’è accaduto a Fabio Fognini ancora lontano dalle condizioni e superato senza grossi problemi dall’esperto kazako Kukushkin. E poi c’è il caso di Serena Williams, che ha dovuto mollare il colpo a causa di qualche problema fisico.

Fuori in maniera clamorosa anche uno degli idoli locali, Gael Monfils. Anche lui non versa nelle sue migliori condizioni fisiche possibili, ma la sconfitta al primo turno contro Bublik non trova certamente un alibi nello stato atletico del giocatore transalpino. Infine, un upset che ci ha reso molto felici è quello legato all’eliminazione di David Goffin. Il belga è caduto sotto i colpi del nostro Jannik Sinner, che lo ha dominato in lungo e in largo.

E il Roland Garros più pazzo di sempre non è ancora finito…

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca

Sommario
Il Roland Garros più pazzo di sempre
Titolo
Il Roland Garros più pazzo di sempre
Descrizione
Sta succedendo letteralmente di tutto in questa prima settimana di Roland Garros. Gli italiani provano ad approfittarne e qualche testa è già caduta.
Autore
Francesco Cammuca

Scritto da Francesco Cammuca

Giornalista, 30 anni di vita all'insegna dello sport, tra ciò che si vede in campo e quel che lo circonda.