in

Il Presidente del Brescia racconta un incredibile episodio a causa del suo inglese.

Il Presidente del Brescia racconta un incredibile episodio a causa del suo inglese.

Fonte immagine: Profilo Instagram @brescia_calcio

Un allenatore licenziato per errore, a causa di un inglese un po’ balbettante. Il dirigente sportivo Massimo Cellino ha raccontato nel corso di una lunga intervista rilasciata al Daily Mail, di essere stato licenziato per errore!

Il motivo sarebbe il suo inglese poco preciso, infatti, ai tempi in cui era diventato proprietario del Leeds non era ancora ben integrato, nemmeno da un punto di vista linguistico: “Il mio inglese era terribile, ero un disastro. Appena arrivato ricordo che c’era un divano viola orrendo a Elland Road e volevo cambiarlo. Così dissi di sostituirlo subito. ‘Cambiate quel divano, è bruttissimo’. Ma invece di pronunciare couch (divano), dissi coach (allenatore). E così l’allenatore (che all’epoca era Brian McDermott, ndr) venne licenziato”.

In più aggiunge:

“Tutto questo era successo la sera prima di una partita e a quel punto mi domandarono chi avrebbe guidato la squadra il giorno dopo in campo. Io stupito dissi: ‘Ma scusate, non abbiamo un allenatore?’. E loro giustamente mi risposero: ‘Lo hai appena licenziato’. C’erano 2mila tifosi fuori dallo stadio che volevano uccidermi, la polizia dovette scortarmi fino a casa”.

Episodio che si concluse con l’allenatore che venne richiamato.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @brescia_calcio

blog hibet