in

IL BORDEAUX AD UN PASSO DAL FALLIMENTO

Lo storico club francese rischia di scomparire, tra lo stupore di chi ne ha fatto parte negli anni passati.

BORDEAUX fallimento
Fonte immagine: Instagram

Il Bordeaux rischia seriamente di scomparire: è questa la notizia che circola ormai da giorni in Francia, e che si va ad aggiungere ad un’altra serie di problemi che il club sta affrontando in questa stagione.

Infatti, neanche il campo sorride per i girondini, reduci da cinque sconfitte consecutive, che li costringe a lottare per non retrocedere in Ligue 2.

Ma cosa sta succedendo al club francese? E com’è arrivato a questa drammatico punto? 

LA SITUAZIONE 

Per capire meglio la situazione, dobbiamo tornare indietro di ben due anni, quando, nel novembre del 2018, il Bordeaux viene acquistato dal fondo statunitense “King Street”, che ha finanziato il club tramite i ricavi provenienti dall’accordo televisivo stipulato con “Mediapro”. Le cose, però, sono iniziate a cambiare con lo scoppio della pandemia, quando l’accordo tra i due colossi è crollato miseramente, portando la King Street a non investire più sul club e cercare quindi nuovi acquirenti. 

Attualmente, il Bordeaux ha 100 milioni di euro di debiti da risanare, e pare difficile immaginare un’acquirente farsi avanti per salvare il club.

LA REAZIONE DEGLI “EX”: TRA DISPIACERE E DISGUSTO

Inutile dire che la situazione ha creato indignazione tra i tifosi, andati in piazza a protestare contro il fondo americano, ma anche le vecchie glorie del club hanno espresso la loro a riguardo:

In prima linea troviamo Bixente Lizarazu, campione del mondo con la Francia e bandiera del club, il quale ha espresso tutto il suo dispiacere e disgusto per la situazione vigente. Anche Zinedine Zidane ha mostrato tutto il suo appoggio al club, ricordando i suoi trascorsi e pregando per una soluzione immediata. Ben più severe, infine, sono state le dichiarazioni dell’ex attaccante Christophe Dugarry, che non si è trattenuto nel dire la sua sui proprietari del club:

E’ un bene che questi pagliacci della King Street se ne vadano: sono venuti per arricchirsi alle spalle del club e se ne sono andati con un semplice comunicato stampa. Non avevano un progetto sportivo. Hanno pensato solo ai soldi che avrebbero guadagnato con Mediapro. Ma tutte le loro decisioni erano sbagliate. Sono sollevato e triste allo stesso tempo.

Parole pesanti che, probabilmente, rispecchiano a pieno il pensiero attuale di qualsiasi tifoso girondino.

LE MIGLIORI ANNATE DEL CLUB

Lo stupore che circola attorno alla notizia è dettato anche dal fatto che il club è attualmente fra i più titolati in Francia: 

Nato nel 1881, Il Bordeaux concentra il maggior numero di vittorie attorno agli anni ‘80, quando riesce a vincere la bellezza di tre campionati nazionali, affiancati a due Coppe di Francia e una Supercoppa di Francia. Per il primo titolo europeo, invece, il club dovrà aspettare il decennio successivo, quando riuscirà a vincere una Coppa Intertoto nel 1995. Sempre in ambito europeo, va anche segnalata la finale di Coppa UEFA che il club ha raggiunto l’anno successivo, persa per 0-2 contro i tedeschi del Bayern Monaco. 

Leggi anche...  Le 10 migliori linee di attacco del nuovo millennio

Dopo un inizio di millennio povero di successi, il Bordeaux tornerà in auge nel 2009, quando, sotto la gestione di Laurent Blanc, si laureerà campione di Francia nel 2009, a distanza di 22 anni dall’ultima volta. Sempre con l’allenatore occitano, la squadra disputa la Champion League 2009-2010, raggiungendo il suo miglior piazzamento nella competizione, eliminati solamente ai quarti di finale dai connazionali del Lione.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram