in

IBRA VS LEBRON: scontro tra i due campioni

lebron_ibrahimovic_scontro
Fonte immagine: Instagram

Non è un bel momento per Zlatan Ibrahimovic, ormai al centro di diverse telenovele che non fanno altro che destabilizzare lui e l’ambiente in cui lavora.

Dopo il casino mediatico causato dal litigo con Lukaku, che ha persino messo a rischio la sua partecipazione a Sanremo, Ibra riesce a mettersi contro un altro personaggio sportivo molto influente: parliamo di LeBron James, campione dell’NBA in forza ai Los Angeles Lakers.

La natura dello scontro va ricercata su una visione completamente diversa per quel che riguarda l’atteggiamento che gli sportivi devono assumere di fronte a tematiche politiche:

L’ATTACCO DI IBRA

Lo scontro nasce quando Ibrahimovic, tramite un’intervista lasciata al sito UEFA, parla di LeBron James e del suo operato dentro e fuori dal campo:

LeBron mi piace molto. Quello che fa è fenomenale, ma non mi piace quando le persone con qualche tipo di ‘status’ parlano di politica. Fai quello in cui sei bravo. Fai quello che fai. Io gioco a calcio perché sono il migliore nel giocare a calcio. Non faccio politica. Se fossi stato un politico, avrei fatto politica. Questo è il primo errore che le persone famose fanno quando si sentono arrivate. Per me meglio tenersi lontano da questi argomenti, e fare quello in cui si è bravi, altrimenti rischi di non farci una bella figura

Secondo il campione svedese, quindi, lo sportivo non dovrebbe sfruttare la sua notorietà per portare avanti argomenti di carattere politico, senza che sia parte attiva in quell’ambito.

LA RISPOSTA DI LEBRON

Non è mancata la risposta di LeBron James, che ovviamente si trova in totale disaccordo con la visione dello svedese, tanto da farsi sfuggire qualche frecciatina:

Divertente che queste parole vengano da lui, perché nel 2018 in Svezia ha fatto le stesse cose. Non era stato lui, quando era tornato in patria, a dire che sentiva un certo tipo di razzismo in campo solo perché il suo cognome era diverso da quello degli altri? Era lui, giusto?

Il cestista, in questo caso, fa riferimento ad un episodio accaduto tre anni fa, quando la stampa svedese criticò aspramente Ibrahimovic, che dal canto suo si difese uscendo fuori la tematica del razzismo. Poi continua:

Sono la persona sbagliata da criticare perché parla di politica senza saperne niente. Mi preparo prima di parlare, i miei commenti arrivano da una mente molto educata. Non c’è modo che io stia zitto, che mi limiti allo sport: capisco quanto sia potente la mia voce, quanto usando la mia piattaforma possa aiutare a combattere le ingiustizie, quelle che vedo nella mia comunità. Ho i 300 ragazzi della mia scuola di Akron a cui pensare, che vedono ingiustizie ogni giorno. Hanno bisogno di una voce, e io voglio essere la loro voce”.

Parole che dimostrano come LeBron James sia risentito dalle parole del calciatore.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram

Sommario
LEBRON VS IBRA: scontro tra i due campioni
Titolo
LEBRON VS IBRA: scontro tra i due campioni
Descrizione
Screzio tra il campione dell’NBA e l’attaccante svedese nato da una visione diversa sul rapporto tra gli sportivi e la politica.
Autore