in

Giro d’Italia 2020, guida ai favoriti per la maglia rosa

giro d’italia
Fonte immagine: Wikipedia Commons

Siamo ormai prossimi alla data di sabato 3 ottobre, quella in cui prenderà il via l’edizione 2020 del Giro d’Italia. Un’edizione a dir poco particolare, se non altro perché si disputa quasi cinque mesi dopo il previsto, a causa dell’emergenza Covid che ha costretto i corridori a restare a casa, e gli organizzatori a spostare la data di svolgimento. E poi, per la prima volta nella storia (o comunque una delle prime) la Corsa Rosa si svolgerà dopo il Tour de France.

In ogni caso, data la partenza dalla Sicilia in programma sabato con il cronoprologo da Monreale a Palermo, bisogna fare i conti con tutti i corridori che arrivano sull’isola più grande del Mediterraneo con legittime ambizioni di vittoria. Sono diversi, infatti, i corridori che possono giocarsi la possibilità di attraversare lo stivale e arrivare a Milano con addosso la maglia rosa, il simbolo più ambito della corsa nostrana.

A partire da Geraint Thomas, il vincitore del Tour de France di due anni fa. Il corridore inglese si rimette in gioco proprio dopo aver saltato la Grande Boucle, e lo fa con una squadra che lavorerà per portarlo nel migliore dei modi ai piedi delle montagne. Tra le altre cose, si ritroveranno insieme al Giro d’Italia i due grandi protagonisti della prova a cronometro dei Mondiali di Imola: sono infatti compagni di squadra il nostro Filippo Ganna e il suo più grande rivale, Rohan Dennis.

Da tenere sotto stretta osservazione c’è Ildur Zakarin. Il russo della CCC ha sempre fatto cose molto buone al Giro, senza però avere l’opportunità di fare l’exploit che tutti si aspettano da lui. Un anno fa arrivò decimo, chissà come andranno le cose nel 2020. Non può non essere considerato tra i favoriti Simon Yates. Il vincitore della Tirreno-Adriatico arriva con legittime ambizioni alla Corsa Rosa, anche per migliorare l’ottavo posto di un anno fa.

Ma all’appello mancano ancora alcuni nomi. In primis quello di Steven Kruijswijk, uno dei corridori più attesi. L’olandese della Jumbo-Visma ha fatto grandi cose negli ultimi grandi giri disputati: terzo al Tour un anno fa, quarto alla Vuelta e quinto alla Grande Boucle di due anni fa. Insomma, un vero big. Così come potrebbe essere un big da seguire il nostro Vincenzo Nibali: è l’unico ad aver vinto il Giro tra i partenti di questo 2020. Scopriremo il suo obiettivo tappa dopo tappa.

Tanti anche gli outsider in questa nuova edizione del Giro. Partiranno dalla Sicilia con l’intenzione di fare da guastafeste corridori come Wilco Keldermann, Joe Dombrowski, Domenico Pozzovivo e Miguel Angel Lopez.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca