in

Higuain invita Messi: “Chiuda la carriera a Miami”

L’attaccante argentino dice la sua

higuain Messi share hibet social
Fonte immagine: Twitter

Gonzalo Higuain crede di essere in pace con se stesso quando ripensa alla sua carriera. Una carriera molto felice, ovviamente a suon di gol: “Ho avuto una bellissima esperienza in Nazionale e preferisco tenermi quanto vissuto. Convivo con il non aver potuto coronare alcune vittorie e con l’idea di essere giudicato per questo. E comunque la maggior parte delle critiche arrivavano sempre da dietro un computer”.

 

L’attaccante argentino, che ora milita nell’Inter Miami nella Major League Soccer americana, parla proprio della gente che lo critica: “Magari è la stessa gente che se ti incontra per strada ti chiede l’autografo. Ho lasciato la Nazionale sapendo di aver dato assolutamente tutto. Non ha senso tornare indietro e non essere al 100%, significherebbe tradire me stesso e  la Nazionale”.

Il movimento del calcio argentino, secondo l’ex attaccante di Napoli e Juventus, sembra avere qualcosa che non va. Proprio nella gestione dei giovani di maggior talento: “Nel calcio argentino, o per una questione economica o perché la società ti spinge, i giocatori se ne vanno. Non sto dicendo che sia giusto o sbagliato, è quello che succede. I talenti ci lasciano in fretta. Ai miei tempi non si lasciava il River se non per un top club oggi vanno via subito”.

Higuain invita Messi

Higuain ha voluto fare un invito speciale per Lionel Messi. La Pulce, secondo il Pipita, farebbe benissimo ad andare a giocare negli States: “Penso che qui lo faranno impazzire, c’è un’anima molto latina. In ogni caso, ovunque vada, Messi è destinato a lasciare il segno e la sua ombra. Se decidesse di venire a ritirarsi qui lo farebbe da  fenomeno, è un calcio minore ma che sta crescendo molto. Ma è una decisione che spetta a lui”.

In questo senso si possono leggere meglio le parole successive di Higuain. In particolare quelle in cui svela che non tornerebbe al River Plate o in un’altra squadra in patria: “Personalmente non tornerei a giocare in Argentina. Qui vivo serenamente, ho raggiunto la stabilità emotiva che volevo. Sono orgoglioso di essere stato richiesto dal River Plate, ma dico di no”.

Anche perché quella costruita in Florida dal bomber argentino è una vera e propria isola felice, condivisa con la sua famiglia: “Mio padre, io, mio fratello siamo felici qui, non ha senso spostarsi. Questa felicità che ho ora non la cambierei per niente al mondo. Vedo mia figlia, mia moglie e mio padre che si divertono, non voglio più soffrire. Mia mamma dall’alto vuole vederci felici e io le ho promesso che avrei vissuto serenamente”.

E noi siamo sicuri della felicità di uno dei bomber più forti del calcio moderno.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Twitter