in ,

Hearthstone: sono davvero un problema i gruppi da 4 persone nel competitivo di BG?

Hearthstone 4 persone- Negli ultimi giorni, dopo l’ultimo update di Hearthstone, tutto incentrato su Battlegrounds, molti si sono fatti un quesito molto importante per il futuro competitivo di questa modalità: sono un problema le code di 4 giocatori (in gruppo) in Battaglia?

Ricordiamo che, con il nuovo aggiornamento, avremo la possibilità, con 3 nostri amici, di partecipare ad una partita competitiva, mentre se inviteremo più di 3 amici giocheremo in una lobby privata, senza assegnazione di punti validi per la classifica.

La preoccupazione di molti giocatori è cresciuta grazie al post su Reddit di un giocatore che lamenta di come sia svantaggioso giocare, da singolo, contro un gruppo di 4 amici. Lo svantaggio sta nel fatto che i giocatori raggruppati possono passarsi informazioni importanti sugli altri giocatori (servitori, posizionamenti ecc…).

A questa discussione è dovuto accorrere Iksar, designer di Hearthstone, che ha ufficializzato che il discorso è al vaglio del team di Hearthstone ed ha voluto anche dare l’idea di qualche soluzione. Iksar pensa che una possibile soluzione possa essere quella di “aggiustare” l’MMR dei giocatori a seconda del loro raggruppamento in match (es. se un singolo viene matchato con gruppo da 4, il suo MMR sarà più alto di tutto il gruppo). Ciò per, Iksar, livellerà gli svantaggi e pareggerà le maggiori informazioni del gruppo con le maggiori capacità del singolo. Ma se questa soluzione non dovesse bastare, si sta già pensando ad altre risoluzioni: disattivare la coda a 4, disattivarla oltre un certo MMR, separare le code ecc…

Che ne pensate di questo problema? Lo considerate anche voi tale? O credete che le soluzioni del team di Hearthstone possano essere valide? Fateci sapere la vostra…

Se volete seguire altre notizie sul mondo degli E-Sports cliccate QUI.

A cura di: Powned

Powned.it

Scritto da Powned.it

Powned.it è un portale web dedicato al mondo dei videogiochi ed alle nuove attività agonistiche elettroniche conosciute come “Esport”.