in

Harry Potter è realmente esistito. E giocava a calcio

harry_potter_West_Riding_Cup
Fonte immagine: Wikipedia Commons

La saga di Harry Potter è stata capace di far innamorare e appassionare milioni di persone di tutte le età in giro per il mondo. Che si tratti di persone che hanno letteralmente divorato tutti i libri scritti da J.K. Rowling o di veri e propri appassionati che hanno guardato tutti i film da essi tratti, è davvero molto raro trovare qualcuno che non abbia visto, letto o sentito parlare del piccolo maghetto e della scuola di magia di Hogwarts.

Tanto che non sono mancati coloro i quali hanno provato a considerare il Quidditch, come un vero e proprio sport. Tuttavia, al di là di queste considerazioni molto fantasiose, possiamo dire che nella nostra storia c’è stato un Harry Potter capace di fare molto bene in uno sport. E non si tratta di eventuali tentativi sul piano sportivo da parte dell’attore protagonista Daniel Radcliffe, ma di un suo “omonimo” capace di performare.

Non mago, ma soldato

Dobbiamo tornare molto indietro nel tempo, per la precisione al 24 novembre del 1884. In questo giorno a Bradford nacque Harry Potter. Un uomo capace, nel corso degli anni, di appassionarsi al calcio, sport che stava diventando di dominio pubblico in Inghilterra. Tanto che nella sua carriera è stato capace di vincere, con la maglia della squadra che gli ha dato i natali, anche un trofeo, la West Riding Cup.

Ma visto che stiamo parlando di ben altri tempi, in quegli anni i calciatori non erano esentati dal servizio di leva. Tanto che Harry Potter dovette lasciare l’attività sportiva per servire l’esercito del suo Paese. E combattè anche nella Prima Guerra Mondiale. La storia per lui in quel caso non fu affatto tenera, visto che Harry morì ad Arras, in Francia, in un giorno non precisato del 1918. quella volta, purtroppo, la magia non riuscì.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons