in

Gregoire Akcelrod ad un passo dalla Champions League.

La sua però, non è la storia di un calciatore.

Gregoire Akcelrod share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @gregoireakcelrod

Gregoire Akcelrod è un uomo che è riuscito a spacciarsi per un vero calciatore professionista, pur non essendolo, risultando addirittura molto credibile.

Pensate che è arrivato anche ad un passo dalla Champions League, ma come è potuto succedere?

L’uomo in questione ha spesso raccontato la sua storia, da quelli che sono i suoi esordi e le sue origini: nato a Parigi, è un bambino che sogna di diventare un glorioso calciatore, la cui fama avrebbe dovuto precederlo in tutto il mondo, ma come per tutti, a volte i sogni non si possono realizzare soprattutto se non hai del talento, e a lui lo disse proprio il padre, che dopo la sua prima partita di calcio, a soli 10 anni, si è sentito dire da un genitore, che dovrebbe incoraggiare il talento dei figli, che invece era proprio terribile.

Lui però, non si è mai rassegnato e per questo vista la mancanza del talento sceglie di usare l’inganno, a tal punto da creare un sito falso in cui si presenta proprio come giocatore della seconda squadra del PSG.

Il che non era nemmeno del tutto falso, dato che era nell’ultima divisione del calcio francese.

Rinuncia agli studi e alla sua carriera pur di entrare a far parte del mondo del calcio, anche se questo gli costa l’allontanamento della sua stessa famiglia, che disperata non sa come possa aiutarlo a demordere.

Nonostante i suoi tentativi, viene respinto da molte squadre, come Chelsea, Manchester City, ma è lo Swindon Town che gli da la possibilità di mettersi in mostra.

Nonostante la sua incapacità, riceve due offerte da due club lussemburghesi che però rifiuta inspiegabilmente e nel 2009 chiede di essere qualificato per la Champions League…e indovinate? Ci riesce!

“Mi hanno fotografato con la maglietta del CSKA, ho firmato il contratto e hanno pubblicato sul loro sito la notizia. I tifosi del PSG non mi conoscevano, dicevano che non ero un vero giocatore: avevano controllato il mio sito. Hanno contattato i giornalisti di Sofia e hanno detto che il club stava prendendo un giocatore finto” racconta con l’enfasi di chi non sa come ci è riuscito.

Un uomo che non è riuscito a diventare un calciatore famoso, ma che ha portato a casa un contratto triennale da 17.000 euro al mese, e che oggi ha una carriera nel mondo del calcio come agente di giovani calciatori.

Un vero e proprio “Professionista a tutti i costi”.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @gregoireakcelrod

blog hibet