in

Un gol per George Floyd: le esultanze di Sancho e Thuram

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Ha fatto grande scalpore la notizia dell’uccisione di George Floyd, il ragazzo afro-americano morto dopo una collutazione con due agenti di polizia di Minneapolis, uno dei quali gli ha tolto il respiro premendogli il collo con il ginocchio. Il mondo dello sport si è unito a sostegno del giovane ragazzo ucciso e conducendo campagne contro il razzismo nei confronti dei neri.

E così anche l’ultimo weekend ha visto un paio di esempi di vicinanza nei confronti di George, con esultanze dai riferimenti e dai contorni piuttosto chiari. Ce ne siamo accorti in particolare nell’ultimo turno di Bundesliga, in primis con Marcus Thuram e poche ore dopo con Jadon Sancho, i quali non hanno perso tempo a schierarsi apertamente dalla parte dei neri vittime di razzismo.

L’attaccante del Borussia Moenchengladbach ha segnato sabato contro l’Union Berlino, in una gara che ha dato slancio importante nella corsa verso un posto in Champions League. E così Thuram, figlio del grande Lilian che abbiamo visto a Parma e nella Torino bianconera, si è inginocchiato, simulando il barbaro gesto dell’agente di polizia di Minneapolis.

La stessa scena si è vista nella gara vinta dal Dortmund sul campo del Paderborn. Sancho ha segnato uno dei suoi due gol di giornata e ha ripetuto il gesto fatto poche ore prima da Thuram. Un gesto visto anche altrove, come nel caso del football americano e persino di LeBron James. Un fronte compatto contro il razzismo.

Se vuoi seguire altre notizie sul mondo dello sport clicca QUI.

Francesco Cammuca

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca

Scritto da Francesco Cammuca

Giornalista, 30 anni di vita all'insegna dello sport, tra ciò che si vede in campo e quel che lo circonda.