in

Goggia mantiene vivo il sogno: “Voglio l’oro olimpico”

La sciatrice parla dal suo ritiro

goggia_oro_olimpico
Fonte immagine: Twitter

La recente edizione dei Mondiali di sci alpino non è andata in maniera straordinaria per i colori italiani. La nostra spedizione ha concluso la rassegna iridata con due medaglie. Marta Bassino ha portato a casa l’oro nel parallelo, mentre Luca De Aliprandini si è preso un bellissimo argento nello slalom gigante. Qualcuno poteva aspettarsi qualcosa di più, ma la sfortuna ha tenuto Sofia Goggia lontana da Cortina d’Ampezzo.

 

La campionessa bergamasca non ha potuto prendere parte ai Mondiali, a causa di un incidente a dir poco incredibile. Nel percorso laterale rispetto alla pista di Garmisch, dopo l’annullamento della discesa libera, Sofia è caduta in maniera assurda, facendosi molto male al ginocchio. Un infortunio che l’ha costretta ad alzare bandiera bianca, proprio alla vigilia dell’appuntamento più atteso della stagione.

Poteva andare peggio

In un’intervista rilasciata per Eurosport, Sofia Goggia ha provato quasi ad autoconvincersi che l’incidente poteva avere conseguenze peggiori. Anche se le è costato il Mondiale: “Il mio infortunio è paradossale. Ci pensiamo come un’enorme sfortuna, e lo è, ma a dir la verità poteva andare molto peggio. Sono finita a bordopista su questa neve marcissima, a un metro dalle piante. A livello psicologico mi hanno detto che non dovrebbe lasciare segni. È andata così e se sarò intelligente riuscirò a trarre un insegnamento anche da questo”.

 

La sua assenza a Cortina si è fatta sentire, anche per il grande apporto psicologico e umorale per le sue compagne. Ma alla fine è inutile piangere sul latte versato: “Tutti dicono “se ci fosse stata la Goggia a Cortina”…ma nessuno pensa che sarei potuta arrivare indietro, e nessuno mi scaccia l’idea che se fossi arrivata anche seconda sarebbe stato ritenuto un risultato deludente. In Super G, la pista poteva fare al caso mio, ma è sottovalutato l’aspetto neve che non era la classica neve di Cortina. C’è stata predominanza di atlete con determinati tipi di set up. Nei giorni prima la quantità di neve scesa è stata allucinante. Sarebbe stato un terno al lotto”.

Sogno a cinque cerchi

Nel corso dell’intervista, Sofia Goggia ha svelato il suo grande sogno. Ed è un sogno a cinque cerchi: “Quella è scritta nella pietra, poi non voglio fare il discorso della volpe che non arriva all’uva, mi piacerebbe vincere Mondiale e Coppa eh…quest’anno per la prima volta ho fatto un pensierino alla Coppa, ero lì. Però io penso di essere atleta da giornata secca e la mia carriera lo dimostra. Certo, la continuità che avevo trovato quest’anno era sintomo della mia crescita da atleta. Ho sempre sognato di vincere le Olimpiadi e a un certo punto della carriera mi son ritrovata a mettere in discussione me stessa”.

 

In ogni caso Sofia ammette che, con una coppetta di discesa libera ormai in tasca e una medaglia d’oro vinta ai Mondiali, anche la Coppa del mondo generale è tra i suoi obiettivi per la carriera: “Ho pensato: “adesso che ho raggiunto il mio sogno, che faccio?” Lì ho capito che il modo migliore per onorare i sogni e volerli sempre. Vincere Coppa del Mondo sarebbe una consacrazione, premierebbe la continuità che io, Sofia Goggia, non ho mai avuto in quanto un po’ mina vagante. Quest’anno stavo un po’ sfatando il mito, ma mi mancavano ancora dei pezzi”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Twitter

Sommario
Goggia mantiene vivo il sogno: “Voglio l’oro olimpico”
Titolo
Goggia mantiene vivo il sogno: “Voglio l’oro olimpico”
Descrizione
Sofia Goggia spera di poter tornare al più presto sulla neve. La campionessa italiana svela il suo sogno di vincere un oro alle Olimpiadi.
Autore