in

Fantacalcio, 15a giornata: Ricomincio da tre…ntaquattro.

Dopo una breve sosta riparte una serie A e gennaio si preannuncia davvero scoppiettante.

fantacalcio_quindicesima_giornata
Fonte immagine: Facebook

6 giornate in 27 giorni. Ancora una volta la serie A riparte a ritmo forsennato. Non abbiamo ancora digerito il panettone che ci si ritrova già alla vigilia del rientro in campo, preludio di un mese di gennaio caldissimo, in cui al calendario fittissimo si aggiungerà il primo turno di Coppa Italia per le big. E il menù di questo primo mese del 2021 si preannuncia davvero sfizioso, con moltissimi scontri diretti, tra cui spiccano Milan-Juve alla Befana, Roma-Inter 4 giorni dopo e l’attesissimo Inter-Juve il 17 gennaio. Vien da sé che sarà proprio la Juventus la squadra più sollecitata in questo inizio d’anno, non proprio una buona notizia per Pirlo visto che il 2020 si è chiuso nel peggiore dei modi con la doppia mazzata nel “martedì nero”  in cui i bianconeri si sono ritrovati da un potenziale -1 dalla vetta all’attuale -10, figlio della disastrosa prestazione contro la Fiorentina.

Dove eravamo rimasti? 

La testa della classifica è monopolizzata dalle milanesi, separate da un punto ma unite dall’entusiasmo. I rossoneri di Pioli sono imbattuti da marzo e hanno acquisito forza e consapevolezza nonostante i tanti infortuni che hanno cementato il gruppo e coinvolto tutti gli elementi della rosa. Conte ha assorbito in maniera sorprendente l’uscita dalla Champions mettendo a segno una striscia di risultati importanti che l’hanno issato al secondo posto proprio quando le certezze sembravano essere venute meno. Per entrambe il mese di gennaio potrebbe essere decisivo dentro e fuori dal campo.

A caccia di occasioni  

Gennaio decisivo per le milanesi ma non solo visto che siamo già in pieno mercato di riparazione nonostante si ricomincerà ufficialmente il 4 gennaio. In alcuni casi migliorare la rosa sarà veramente difficile, l’integrazione di un neo arrivato in un meccanismo che funziona rischia di essere operazione ardita. Ancor più difficile riuscire a piazzare gli esuberi, coloro che non rientrano nel progetto. Qualcuno è già partito (Nainggolan a Cagliari), altri hanno le valigie pronte (Eriksen, il Papu Gomez, Cutrone), altri ancora hanno fretta di accasarsi (Milik) per risolvere quello che somiglia sempre di più a un rebus. Difficilmente però vedremo delle totali rivoluzioni, i denari scarseggiano e abbonderanno prestiti un po’ per tutti. Di sicuro avremo modo di riparlarne nelle prossime settimane.    

Ma dopo tante belle parole è il momento di rimettersi al lavoro e decifrare ciò che ci propone la quindicesima giornata cercando di tirar fuori il Jolly dalla nostra rosa. 

INTER – CROTONE 

I nerazzurri hanno la ghiotta opportunità di realizzare quel sorpasso saltato a causa di Theo Hernandez al 92° e ovviamente si affidano all’undici titolare. Unico dubbio potrebbe essere l’inserimento di Sensi, laddove gli infortuni lo lasciassero in pace potrebbe essere la sorpresa del nuovo anno. Stroppa sa che dovrà faticare molto per uscire indenne da San Siro, serve un Messias formato “fine 2020”, ma schieratelo solo se non avete alternative.

 

ATALANTA – SASSUOLO

Sfida tra le due squadre che a inizio stagione avevo definito “da bonus”, De Zerbi ritrova Locatelli e l’attacco titolare. Gasperini ha ormai emarginato il Papu, Muriel non può più essere un comprimario ma in questa giornata mi aspetto bonus da uno dei 2 centrali di centrocampo, De Roon o Freuler. 

CAGLIARI – NAPOLI

Trasferta delicata per gli uomini di Gattuso che dovrà rinunciare ancora a Mertens e Osimhen ma la puntata su Lozano è quasi una certezza. Un lampo è atteso anche da Fabian Ruiz. I sardi devono dare un senso alla loro stagione, stesso discorso per Simeone, a secco addirittura da fine ottobre. Bonus a sorpresa da Zappa? Ci conto. 

FIORENTINA – BOLOGNA

I viola hanno trascorso un Natale felice nonostante la posizione di classifica sia ancora precaria, chissà che non sia arrivato il momento di vedere Ribery nel tabellino. Anche il Bologna deve capire cosa vuol fare da grande e si aggrappa al solito Soriano. Eviterei invece Schouten e Svanberg.

 

GENOA – LAZIO

L’ennesimo ritorno di Ballardini sembra aver riportato la luce tra i grifoni. Riesumato anche Criscito, non si può ignorare la vena di Destro, sempre che qualcuno lo abbia acquistato.

Inzaghi ritrova Acerbi ma la scommessa della settimana è Marusic, apparso in palla nell’ultima recita a San Siro.

PARMA – TORINO 

Chi si aspetta una partita spettacolare deve aver esagerato con gli alcolici durante le festività. Il Parma è il peggior attacco del campionato e mancherà Gervinho, probabile partente. Il Torino è sempre aggrappato a Belotti ma il ruolo del Salvatore non sempre gli si addice. Occasione propizia per schierare i portieri.

 

ROMA – SAMPDORIA

Gli uomini di Fonseca proseguono il loro campionato fatto di alti e bassi equamente distribuiti. Ma la Samp non è da meno. Mi aspetto una partita da over, con bonus potrebbero arrivare anche dalla difesa (leggasi Smalling). Nei blucerchiati lasciate perdere Audero e Colley.

SPEZIA – VERONA

Ancora tante assenze per Italiano e Juric, il primo può consolarsi con il tridente titolare guidato da Nzola, il secondo invece non riesce ancora a schierare nessuno dei suoi 3 centravanti ma recupera Barak, i suoi inserimenti faranno male ai liguri. Se avete un ballottaggio in porta che riguarda Silvestri, non esitate a schierarlo.

  

BENEVENTO – MILAN

L’ultima volta che il Milan si è presentato a Benevento l’epilogo è diventato oggetto di sfottò per mesi (gol di Brignoli al 95° ndr), ma da quel momento la musica in casa rossonera è cambiata e nonostante le assenze pesanti i rossoneri puntano a mantenere la vetta. Per cui mi aspetto un Leao scoppiettante ma occhio a Letizia, già in gol prima di Natale, che potrebbe approfittare della mancanza di Theo.

JUVENTUS – UDINESE 

Pirlo deve ancora trovare la quadratura del cerchio, impresa ancora più complicata visto che mancherà Cuadrado. Potrebbe essere la giornata buona per vedere un bonus di Ramsey. L’Udinese metterà in campo tutta la sua fisicità ma non mancheranno gli sprazzi di classe di De Paul, unico insostituibile tra i friulani. 

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Fantacalcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Facebook

Attilio Campobello