in

GERRARD INCANTA ANCHE IN PANCHINA: futuro ad Anfield?

Gerrard_Allenatore_Liverpool_Rangers_Club_Klopp
Fonte immagine: Instagram

Sono anni vincenti quelli che sta vivendo il Liverpool di Jurgen Klopp, che trascinato dal tridente delle meraviglie Salah-Manè-Firmino è riuscita a vincere nel giro di due anni una Champions League, una Supercoppa Uefa, Un Mondiale per club, ma soprattutto la tanta agognata Premier League, che mancava al club da ormai 30 anni. Tutto però fa pensare che questo ciclo non durerà ancora a lungo, proprio come ha fatto presagire più volte Klopp in alcune sue conferenze:

“È probabile che smetta in anticipo rispetto ad alcuni dei miei colleghi. Allenare è stressante e non voglio morire su una panchina. Dopo Liverpool potrei ritirarmi.”

Parole che aprono tanti punti di domanda su una squadra che sembra continuare a viaggiare spedita verso altre vittorie, e viene ancora più difficile pensare che non si sia già programmata un futuro ancora roseo. Il nome che sembra affascinare di più per il dopo Klopp è sicuramente quello di Steven Gerrard, in passato grandissimo centrocampista che ha scritto la storia del club, diventandone il simbolo indiscusso e vincendo tanto soprattutto in Europa.

Perché Gerrard?

I motivi che portano a pensare Gerrard come nuovo allenatore dei Reds sono tanti: a parte i suoi trascorsi nel club, che gli permettono di lavorare in un ambiente a lui familiare, c’è da considerare la voglia sempre più persistente dei club inglesi di puntare sulla nuova generazione di allenatori inglesi, che stanno uscendo alla ribalta mettendo sempre più da parte i modelli stranieri che da sempre hanno fatto la differenza in Inghilterra. Una mini-rivoluzione del calcio inglese, che è partita dalla scelta di Southgate come CT della nazionale per poi andare ad influenzare anche le squadre di club. Un esempio lo è il Chelsea di Abramovich, che ha scelto di puntare su Frank Lampard dopo una buonissima annata in Championship con il Derby Country.

I numeri di Gerrard da allenatore:

E proprio come lo erano per Lampard al Derby Coutry, anche i numeri di Gerrard da allenatore sono da tenere seriamente in considerazione: arrivato nel 2018 al Rangers FC, Gerrard riesce a stare al passo con gli acerrimi rivali del Celtic in vetta alla classifica, piazzandosi secondo nei primi due anni e raggiungendo gli ottavi di finale di Europa League nel 2020. Ma l’anno che si prospetta essere quello della consacrazione è quello della stagione in corso 2020-2021, dove il Rangers sta dominando il campionato scozzese, trovandosi a 11 lunghezze dal Celtic (con due partite in meno) e lottando per vincere il proprio girone di Europa League con il Benfica. Per Gerrard le partite giocate in questa stagione, fra Campionato ed Europa League, sono 19: 15 vittorie, 4 pareggi e 0 sconfitte. Gerrard e il suo Rangers quindi, risultano ancora imbattuti, realizzando la bellezza di 49 gol e subendone solamente 9.

Numeri da predestinato, che porteranno inevitabilmente Gerrard a finire in un club più prestigioso, che per i più romantici non può che essere il “suo” Liverpool.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram

Antonino Nicolò

Sommario
GERRARD INCANTA ANCHE IN PANCHINA: futuro ad Anfield?
Titolo
GERRARD INCANTA ANCHE IN PANCHINA: futuro ad Anfield?
Descrizione
L’allenatore inglese Gerrard sta ottenendo risultati di grandissimo rilievo in Scozia allenando i Rangers. Impossibile non ipotizzare un futuro nella "sua" Liverpool.
Autore
Antonino Nicolò

Scritto da Antonino Nicolò

22 anni, appassionato di scrittura e amante della storia del calcio e delle statistiche che lo riguardano.