in

Una leggenda chiamata Francesco Totti

compie gli anni Francesco Totti: leggenda della Romam marito di Ilary Blasi
L'immagine by Corscri Daje Tutti! [Cristiano Corsini] è concessa in licenza con CC BY-NC-SA 2.0.

Conoscete la storia romana? Se la risposta è sì, dovreste sapere che i re di Roma sono otto. Francesco Totti è l’ultimo e la sua storia è racchiusa tutta in un numero: 10. Un numero cucito non solo sulla maglia ma sulla pelle, la stessa pelle che ha lasciato il sudore in uno stadio diventato casa, lo stadio Olimpico.

Per elencare tutti i record der Pupone ci vorrebbe un intero libro. Quanti libri abbia letto non lo sappiamo ma di libri scritti il capitano ne sa qualcosa. Sono 5 le pubblicazioni firmate dall’ex attaccante, tra barzellette ed autobiografie.

Infondo rispecchiano un po’ di quel che è, il pupillo dei romanisti, dalla battuta facile, tra una gaffe e l’altra, ha strappato un sorriso a tanti giornalisti e tifosi con frasi genuine e divertenti.

L’ex 10 giallorosso è considerata l’ultima bandiera del calcio. Uno di quelli che ha rifiutato una montagna di offerte dai club di tutto il mondo ma non ha mai ceduto, non ha mai abbandonato la propria “casa”. Proprio come un bravo comandante, non ha mai lasciato la sua nave, soprattutto nei momenti più difficili.

Fino all’ultimo fischio finale della sua carriera, Francesco Totti ha indossato e onorato la maglia della Roma.

Francesco ha avuto tutto: testa, piedi, carattere, tutto quello che serve per essere tra i migliori giocatori italiani di sempre.

25 stagioni non sono bastate al mondo intero per vedere giocare un fuoriclasse del genere. D’altronde non basterebbe una vita intera.

Il numero 10 della squadra capitolina ha debuttato in Serie A a 16 anni, il 28 marzo 1993. Da quel giorno l’attaccante non ha solo giocato per la Roma, ha vissuto per la Roma, è cresciuto con la Roma.

Da qui inizia l’ascesa del Re giallorosso, diventato tra i migliori cannonieri di sempre.

Come dimenticare gli episodi epici come “mo je faccio er cucchiaio”. Passato alla storia, il cucchiaio originale è solo uno, lo sanno bene tutti quelli che hanno provato a imitarlo con scarsi risultati (Vedi Pellè).

E come non citare le sue esultanze? Simpatiche, romantiche ma anche social.

Dalla maglia con scritto “6 unica” per Ilary Blasi, al pallone nella maglia prima della nascita del suo primogenito, Cristian Totti. Non tralasciamo l’esultanza 2.0, con il selfie sotto la curva!

Tutti gesti che hanno racchiuso le sue due priorità: il calcio e la famiglia.

Sì perché oltre ad essere superlativo in campo, Totti è anche un ottimo marito ed un premuroso papà.

Sposato con Ilary Blasi nel 2005, il Capitano ha incarnato il paradigma delle nozze tra il calciatore e la showgirl. Capelli ingellati, lunghi quanto bastava per essere considerato alla moda in quei primi anni ‘2000. Gli anni dei jeans a vita bassa e del cielo azzurro sopra Berlino. Quel cielo al quale si era rivolto un ragazzino per poter realizzare il suo sogno e diventare un calciatore.

Proprio quel ragazzino, con la maglia della Roma addosso, ha scritto la storia del calcio, al capitolo 10.

Oggi, questa domenica di Serie A, avrebbe tutto un altro sapore se Francesco Totti scendesse in campo, ancora una volta ma mai per l’ultima volta.

Non possiamo che augurarti un felice compleanno Francè.

Per leggere qualcosa sulle altre leggende dello sport, cliccate qui.

L’immagine by Corscri Daje Tutti! [Cristiano Corsini] è concessa in licenza con CC BY-NC-SA 2.0.

Sommario
Una leggenda chiamata Francesco Totti
Titolo
Una leggenda chiamata Francesco Totti
Descrizione
Oggi compie gli anni lo storico capitano della Roma, Francesco Totti. Il calciatore è sposato con Ilary Blasi ed è padre di Cristian Totti e altre figlie.
Autore