in

Fontecchio e Datome esultano: “Siamo stati grandi”

Fonte immagine: Profilo Instagram @simofonte_

Simone Fontecchio ha trascinato l’Italia alla vittoria contro la Serbia. Queste le sue parole a caldo: “La dedica è per la mia famiglia, mia moglie e mia figlia che sono la mia vita, faccio tutto questo per loro. La vittoria parte sempre dalla difesa, da lì si prende energia e fiducia. Oggi più di così era difficile fare, siamo contenti della vittoria, vediamo gli altri, controlliamo cosa possiamo controllare, battiamo Portorico poi vediamo che succede”.

Il giocatore degli Utah Jazz ha fatto da guida in attacco per la rimonta. E ha raccontato le sue sensazioni: “Sono andato a cercare qualcosa dentro di me al 3° quarto quando eravamo sotto di 16. Abbiamo cercato le ultime forze che avevamo dentro tutti. Abbiamo fatto uno sforzo allucinante, Datome ci ha dato una spinta incredibile, è stato bellissimo vedere i canestri che ha fatto, fenomenale. Quando ne metti 1, 2, 3 poi il canestro si allarga”.

Fontecchio e Datome festeggiano

Oltre a Fontecchio, anche Gigi Datome si è lasciato andare a commenti entusiasti dopo la vittoria contro la Serbia. Queste le parole del capitano azzurro ai microfoni di Sky Sport: “È stata una gara bella, da nazionale. Tutti i tifosi saranno impazziti. Adesso siamo in ballo, siamo vivi, oggi ce la godiamo, è stata una grande gara contro una grande squadra”.

Il giocatore dell’Olimpia Milano, all’ultimo ballo con la canotta della Nazionale, ha fatto capire qual è stata la chiave di volta del match: “Loro sono saliti tanto di intensità fisica in difesa all’inizio del terzo quarto, abbiamo sofferto, ma con equilibrio siamo rimasti in gara continuando a crederci, poi tutti hanno messo una zampata importante per arrivare al risultato finale. Abbiamo fatto il nostro piano partita, certo tirare bene da 3 aiuta, Fontecchio ha fatto una gara straordinaria, ma lui è questo, tutti hanno messo un mattoncino ma lui uno più grosso”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @simofonte_

blog hibet