in

Ad ognuno le sue fobie strane: Nadal ed il buio

Le fobie strane di Nadal, 12 volte vincitore del Roland Garros che sifderà Sinner
L'immagine by Tymtoi è concessa in licenza con CC BY-NC-SA 2.0.

C’è chi ha paura degli insetti, chi delle altezze, chi delle maschere, insomma ognuno di noi ha delle fobie strane e curiose. Non importa che tu sia un comune mortale o una star, la paura non guarda in faccia la notorietà né il conto corrente.

Lo sa bene Rafa Nadal che ha paura del buio da quando era bambino. Il tennista non riesce a dormire con le luci spente e da piccolo non riusciva a rimanere più di 30 secondi al buio. Questa fobia non lo ha abbandonato nel tempo, infatti anche da ragazzo, il fuoriclasse usava accendere tutte le luci di casa se i genitori si trovavano fuori.

Durante l’infanzia Rafael credeva che suo zio Toni fosse un mago, un campione del Tour de France ed un giocatore del Milan, conosciuto come Natali. Uno dei tanti aneddoti del professionista che ancora adesso pare non abbia totalmente sconfitto la fobia delle tenebre.

Qual è il problema? I riflettori sono perennemente accesi su di lui, numero 2 nella classifica ATP. Lo spagnolo sta attualmente partecipando al Roland Garros ed ha vinto questo torneo per ben dodici volte.

A sfidare il maiorchino sarà proprio un azzurro: Sinner. Quest’ultimo è il più giovane a raggiungere un tale risultato nella competizione parigina, il primo a farlo durante una prima partecipazione dopo lo stesso Nadal nel 2005.

Sinner riuscirà a tenere testa allo storico campione del Roland Garros?

Sicuramente è già un bel risultato essere arrivato fino ai quarti di finale e siamo certi che per l’italiano ci sono grandi margini di miglioramento, così da scalare la classifica ATP.

Nel frattempo il “Re della terra battuta” ha lasciato alcune dichiarazioni riguardo il suo prossimo avversario: “Lui è giovane e fa diversi errori che sono normali a quell’età, ma penso che avrà un futuro luminoso. Ha un buon atteggiamento in campo e gestisce bene i punti. L’altezza gli permetterà di migliorare ulteriormente il suo servizio”.

L’appuntamento da non perdere è martedì 6 ottobre.

Per altre curiosità, cliccate qui.

L’immagine by Tymtoi è concessa in licenza con CC BY-NC-SA 2.0.