in

Nella Flop 11 del Real Madrid c’è anche Cassano

real_madrid_cassano
Fonte immagine: Wikipedia

Nonostante ci troviamo in una fase particolarmente calda della nuova stagione, con le partite che si giocano di fatto ogni tre giorni, i quotidiani non perdono tempo per dare spazio ad alcune curiose classifiche. Come nel caso di As, noto quotidiano iberico che si dedica prettamente di sport. In particolare, in Spagna questo giornale viene considerato molto “amico” del Real Madrid. Ma in questo caso, non è andato troppo per il sottile.

Sulla versione web di As, infatti, si può leggere la cosiddetta Flop 11 della formazione con la camiseta blanca. In particolare i colleghi spagnoli si sono soffermati su quelli che sono stati i peggiori acquisti portati a termine dalle recenti proprietà, sia quella di Florentino Perez che quella di Ramon Calderon. E tra i nomi che sono venuti fuori, spicca agli occhi degli appassionati italiani quello di Antonio Cassano.

FantAntonio fa flop

Era l’inverno del 2006, alcuni giocatori italiani poco impiegati dalle rispettive squadre cercavano fortuna altrove, alla ricerca di un po’ di continuità per convincere Marcello Lippi a portarli con sé in Germania per i Mondiali. Tra questi c’è anche Bobo Vieri, che lascerà la prigione dorata al Milan per giocarsi le sue chances al Monaco. Anche Cassano prova a seguire l’esempio del veterano bomber, lasciando una Roma in cui nessuno crede più in lui.

L’approdo del talento barese alla corte madrilena fa quasi più rumore per l’abbigliamento dell’ex romanista che non per l’affare in sé. E purtroppo ben presto ci accorgeremo che il momento della presentazione, con una giacca rivedibile e un numero 19 che poco lo rappresenta, sarà uno dei pochissimi highlight della sua avventura al Real Madrid. Tanto che i colleghi di As non hanno perso tempo a inserirlo tra i peggiori acquisti recenti del club.

È suo il posto al centro dell’attacco “horror” dei blancos. Il reparto avanzato, un tridente decisamente strano, è completato da altri due acquisti da non ricordare. Uno è Royston Drenthe, arrivato dall’Olanda in mezzo a tanti squilli di tromba ma incapace di confermare le premesse, anche per via di una vita privata turbolenta. L’altro è Elvir Baljic, discutibile talento bosniaco che vanterà nel palmares una Champions League che ha davvero ben poco di suo.

C’è un altro ‘italiano’

Come detto, la Flop 11 del mercato recente del Real Madrid si schiera con un 4-3-3 aperto da un’altra vecchia conoscenza del calcio italiano. Si tratta di Albano Bizzarri, portiere argentino che ha fatto poi le sue fortune con la maglia del Catania, ma che vanta una annata, la 1999/2000, con la maglia del Real. Anche per lui, come per Baljic, pochissime presenze e una Champions in bacheca. Fu l’ultimo portiere madridista prima della lunga era di Iker Casillas.

Nella difesa a quattro trovano spazio il discutibile brasiliano Diogo, il fumoso portoghese Fabio Coentrao e una coppia di centrali che è tutta un programma. C’è lo sfortunato Jonathan Woodgate, arrivato dopo ottime annate in Inghilterra ma penalizzato da una lunga sequela di infortuni, e lo slavo Predrag Spasic, arrivato dopo un ottimo Mondiale nel 1990 ma messo subito nel dimenticatoio.

Per completezza di informazioni, vi rendiamo noti i (poco) fantastici tre che compongono il centrocampo horror del Real Madrid. Al centro c’è Tomas Gravesen, mediano danese che non badava per il sottile ma che si è fatto amare decisamente poco. Ai suoi fianchi Pablo Garcia, il cui approdo al Real è stato capito davvero da pochissima gente, e soprattutto Julien Faubert. Il francese arrivò nel 2009 e gli fu data addirittura la numero 10. Il suo momento di gloria? Aver dormito in panchina durante una partita…

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia

Francesco Cammuca

Sommario
Nella Flop 11 del Real Madrid c’è anche Cassano
Titolo
Nella Flop 11 del Real Madrid c’è anche Cassano
Descrizione
Il quotidiano iberico As ha svelato gli undici acquisti flop della storia recente del Real Madrid. Tra questi c’è anche il nostro Antonio Cassano.
Autore
Francesco Cammuca

Scritto da Francesco Cammuca

Giornalista, 30 anni di vita all'insegna dello sport, tra ciò che si vede in campo e quel che lo circonda.