in

Fantacalcio: il punto di un vero appassionato sull’ultima giornata di Serie A

fantacalcio

E’ con un filo di dispiacere che mi accingo a scrivere queste ultime righe della stagione. Diciamocelo pure, cari amici fantallenatori, non avremmo potuto desiderare un’estate più divertente di così, partite quotidiane, calcolosi perenne di bonus e malus, endovena di oki per placare la cefalea provocata dal turnover (necessario per carità ma spesso doloroso per molti). Non ci siamo fatti mancare nulla.

L’ultima giornata che sta per iniziare non passerà alla storia come la più emozionante degli ultimi anni a causa della mancanza di obiettivi sensibili in Serie A. Lecce e Genoa si giocano l’ultimo posto utile per la permanenza ma in molte fantaleghe l’esito finale è ancora in bilico e un errore adesso potrebbe davvero essere fatale.

Ma ciò che emerso in questo surreale luglio calcistico post lockdown è la voglia di lottare anche per chi non ha più obiettivi concreti. E così succede che il Milan travolge la Lazio all’Olimpico, il Sassuolo umilia un Genoa che forse era già convinto di avere la salvezza in tasca, l’Inter teoricamente ancora in corsa per il tricolore si fa uccellare da Barrow e Juwara (chi???) e la Juve che riesce a perderne altre 3 in trasferta dopo le precedenti batoste con Lazio, Verona e Napoli. Tutto questo per la gioia dei fantallenatori che temevano un calo di prestazioni da chi un mese addietro aveva già ampiamente raggiunto l’obiettivo stagionale.

Se chiedete ad un fantallenatore qual’è il suo incubo ricorrente la sua risposta 99 volte su 100 sarà la seguente: rimanere in 10 uomini all’ultima giornata mentre si sta decidendo la lega. E a guardare le probabili formazioni ci sarebbe da farsi venire i brividi, se poi ci si mette anche Sarri a minacciare di schierare l’under 23 in vista del ritorno degli ottavi di Champions League, le pulsazioni salgono alle stelle.

E allora, prima di esagerare con melissa e fiori di Bach per contenere l’ansia da “sessantacinqueemezzo”, vediamo di aggiornare l’elenco di chi l’ultima giornata dovrà vedersela in tribuna, munito rigorosamente di mascherina oppure in aeroporto con tanto di trolley pronto a fare il check in per le vacanze, ancora più succulente perchè per la prima volta sono godibili ad Agosto, mese in cui notoriamente si ricomincia a fare sul serio nelle località di alta montagna.

Tra i più blasonati che mancheranno l’ultima apparizione ci saranno sicuramente Dybala, Ilicic, Rebic, Romagnoli, Nainggolan, fuori causa anche Castrovilli e Ribery, in dubbio Ramirez, Lapadula, Mancosu, Fofana, e addirittura CR7 che pare abbia mollato la velleità di agganciare Immobile in vetta alla classifica marcatori che garantisce anche la Scarpa d’oro. Praticamente un’ecatombe. Argh!.

E allora, mai come in questo caldissimo sabato di inizio agosto, smartphone tra le dita e proviamo a sbrogliare questa intricatissima matassa molto più simile ad un Sudoku live PRO.

Impossibile non partire dalle due squadre che hanno ancora un reale obiettivo stagionale.

Il Lecce si gioca la sopravvivenza (sportiva) col Parma, deve quindi sfruttare la tecnica di Saponara i polmoni di Barak per avere la meglio ma occhio ai gialloblù che quando non hanno nulla da perdere si esaltano, soprattutto in contropiede. Per cui dentro Gervinho.

Il Genoa, asfaltato da Berardi e co. non più di 48 ore fa, si affiderà all’esperienza di Pandev ma occhio al ritrovato Di Carmine, uno dei pochi tra gli scaligeri che non avrà rimorsi se dovesse pungere il Grifone in maniera letale.

L’ultimo sabato ci regala una serie di partite tra le big che in una situazione di incertezza avrebbero generato un finale davvero epico. Si sfidano 6 delle prime 7 della classifica. Spettacolo assicurato? Possibile. Più Verosimilmente la testa per tutti sarà agli imminenti impegni europei, quindi zero rischi e ritmi bassi. Di seguito una breve carrellata con i consueti SI E NO.

 

ATALANTA – INTER

MALINOVSKI E DE VRIJ SI – CALDARA E BROZOVIC NO

JUVENTUS -ROMA

RABIOT E VERETOUT SI –  FAZIO E DANILO NO

NAPOLI – LAZIO

DI LORENZO E CORREA SI – DEMME E ACERBI NO

MILAN – CAGLIARI

CALHANOGLU E PEREIRO SI – GABBIA E KLAVAN NO

SPAL – FIORENTINA

DABO – VLAHOVIC SI – PETAGNA E DALBERT NO

BOLOGNA -TORINO

BARROW E ANSALDI SI  – ORSOLINI E ZAZA NO

SASSUOLO – UDINESE

DJURICIC E DE PAUL SI – DE MAIO E TOLJAN NO

 

Noi, se vorrete, ci rivedremo tra un mesetto ma nel frattempo il sottoscritto non mancherà di farvi sentire la sua presenza con qualche sorpresa work in progress, tra un caffè in ghiaccio e l’altro in attesa di avere notizie certe sulla data di inizio della nuova stagione.

Come sempre Fate il vostro gioco. E buone vacanze.