in

Fantacalcio: il “punto” di un vero appassionato sulla 33esima giornata.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Fare il fantacalcio ai tempi del post Covid somiglia sempre di più ad una lotteria, se da un lato la frequenza delle partite quasi quotidiana rende il gioco ancora più appassionante dall’altro azzeccare la formazione resta un rebus irrisolto. È come se la pandemia avesse provocato un innalzamento del livello di difficoltà del gioco, vuoi per l’inevitabile turnover ma anche per l’effetto sinusoidale del rendimento di molte squadre.

Ma noi fantallenatori non ci facciamo mica intimorire vero? E allora eccoci pronti, con lo smartphone in mano per carpire info di ogni singola squadra anche in quello che teoricamente dovrebbe essere il giorno di riposo per metà delle squadre.

Riposo? Quale riposo? Qui non ci si ferma un attimo, andiamo spediti fino al 3 agosto e mai come in questo momento chi si ferma è perduto. Quindi tu che hai fatto la rosa piena di zeppa di titolari (si proprio tu che stai leggendo col sorrisino compiaciuto) starai gongolando pensando a chi è rimasto con 13/14 disponibili (portieri esclusi) e deve spulciare il calendario per scegliere il santo giusto a cui rivolgersi. Senza trovarlo.

Ma entriamo nello specifico senza cincischiare troppo.

La giornata offre un antipasto succulento a chi ha tra le proprie file Zapata e co. (turnover permettendo), raramente il derby tra Atalanta e Brescia ha visto valori in campo così sbilanciati, tanto che potrebbe ripetersi l’esito tennistico di una delle ultime prestazioni degli uomini di Diego Lopez (per info chiedere a Conte ndr). Ergo, TUTTI DENTRO!

Bologna-Napoli invece si presenta come la sfida tra chi nell’ultimo periodo ha raccolto meno di quanto ha seminato nonché tra i 2 allenatori umanamente più apprezzati dell’intera Serie A. Per i felsinei è quantomeno stuzzicante il classe 98 argentino Dominguez, già nel giro della nazionale.

Nel Napoli è arrivato il momento di Milik, se è dei vostri non vi deluderà. 10 punti in 4 scontri con le big è l’eccellente bottino che i Pioli-boys hanno raggiunto, impensabile fino a qualche mese fa, strameritato per quanto visto in campo. Il Milan ha ancora un obiettivo importante, evitare l’angustioso triplo preliminare di Europa League e contro il Parma non può fallire, da Kjaer potrebbe arrivare il gol che non ti aspetti ma occhio a Kucka, ex col dente avvelenato.

Il Lecce di Liverani deve tentare il controsorpasso al Genoa contro una Fiorentina che vincerà a mani basse il premio di incompiuta dell’anno e chissà che non si presenti al Via del Mare con le infradito, d’altronde si può resistere alle spiagge del Salento in questo periodo? Difficile.

Ci si aspetta un sussulto da Farias, (ci scommetto un caffè in ghiaccio!) mai particolarmente efficace in questa stagione ma già vicino al gol contro il Cagliari. Stesso discorso per Castrovilli tra i viola, impalpabile nelle ultime apparizioni e desideroso di riscatto, ma quanto conteranno le diverse motivazioni delle due squadre?

E a proposito di lotta salvezza, Torino-Genoa rischia di diventare uno spartiacque thrilling in virtù del fatto che mentre vi scrivo Sirigu e compagni stanno naufragando contro l’Inter a San Siro. Lo so,vi ho fatto arrabbiare ma io insisto, Iago Falque è un valore aggiunto e lo dimostrerà. Per i granatapossibile bonus per Verdi o Berenguer. 

Per finire breve focus sulle altre partite con i consueti SI e NO

SAMPDORIA – CAGLIARI

QUAGLIARELLA E NANDEZ SI – COLLEY E PISACANE NO 

SASSUOLO – JUVE

DOUGLAS COSTA E BERARDI SI – RABIOT E MULDUR NO

ROMA-VERONA

MIKHITARYAN E PESSINA SI – BRUNO PERES E STEPINSKI NO 

UDINESE – LAZIO

DE PAUL E LAZZARI SI – NUYTINCK E PAROLO NO

SPAL – INTER

D’ALESSANDRO E CANDREVA SI – BONIFAZI E BORJA VALERO NO 

Come sempre, fate il vostro gioco. Buon fantacalcio a tutti!

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Attilio Campobello