in

Fantacalcio, 25a giornata: Paura di decidere

A meno di 24 ore dall’inizio di Lazio-Torino sembra ripetersi un teatrino già visto. Possibile che la lezione di Juve-Napoli non sia servita a nulla?

Fantacalcio 25a giornata di Serie A
Fonte immagine: Facebook

Lungi da me alimentare polemiche gratuite, soprattutto in una fase storica come quella che stiamo vivendo, ma su certe stranezze dell’italico calcio è davvero impossibile passare oltre come se nulla fosse. Mentre vi scrivo questo pezzo, (sono le 23.00 circa di lunedì sera) la Lega Calcio non ha ancora preso posizione rispetto alla disputa o meno di Lazio-Torino, e la cosa assume contorni grotteschi considerato che la partita è in programma alle 18.30 di martedì.

 

Che imbarazzo!

L’ASL di Torino è stata categorica: non ci sono le condizioni di sicurezza per consentire ai granata di partire per Roma. E la Lega che fa? Nella persona del Presidente Dal Pino fa sapere che a loro modo di vedere la partita si dovrebbe giocare e che Juve-Napoli ha creato un precedente (pericoloso). In pratica la sintesi sarebbe: facciamo passare ancora del tempo in modo tale che una nostra decisione possa divenire inevitabile e inattaccabile. In buona sostanza, invece di trovare una soluzione logica ci si preoccupa delle conseguenze delle scelte. L’apoteosi del paradosso.

Non è mia intenzione pontificare se sia giusto o meno disputare la partita anche se il Torino non si allena da una settimana e non vedo come si potrebbe garantire la regolarità del match in queste condizioni. Ciò che trovo inaccettabile è la scarsa tempestività con la quale i vertici del calcio italiano prendano decisioni che appaiono a molti la logica conseguenza della situazione che si sta vivendo. Ancora più paradossale (e improbabile) l’ipotesi che si possa rimandare il match al giorno successivo con la Lazio che ovviamente si oppone visto che solo 3 giorni dopo si troverebbe ad affrontare la Juventus a Torino.

In questo clima già precario ciò di cui si avrebbe un disperato bisogno è chiarezza nelle scelte, perché se è vero che esiste un protocollo a cui ci si è attenuti finora e che in parte ha funzionato, è anche vero che per garantire parità di condizioni a tutti non si possono rimandare certe decisioni come se fossimo al Torneo dei rioni di Monterotondo (con tutto il rispetto, si intende).

 

Parità di condizioni, dicevamo. Se è vero che l’infrasettimanale costringe quasi tutte le squadre a fare un turnover massiccio, a noi fantallenatori queste giornate intermedie fanno letteralmente drizzare i capelli. Come se non bastassero il Covid e gli infortuni a decimare le rose…

E allora armiamoci di pazienza e nella speranza di limitare i danni proviamo a interpretare quello che potrebbe accadere da domani a giovedì sera.

 

JUVENTUS – SPEZIA

Quanti problemi per Pirlo! I bianconeri ritrovano solo Danilo (e non è poco) rispetto al match di Verona, e si affidano al solito Cristiano Ronaldo per sopperire alle mancanze di un centrocampo anemico. Tra i liguri attenzione alle incursioni di Maggiore.

 

SASSUOLO – NAPOLI

Napoli un po’ rinfrancato dopo i 3 punti col Benevento ma a Reggio Emilia saranno nuovamente senza Koulibaly e Osimhen. Insigne deve scacciare i fantasmi del rigore con la Juve in Supercoppa, punto su di lui. Tra i neroverdi un bonus a sorpresa potrebbe arrivare da Locatelli oltre al solito Berardi.

 

ATALANTA – CROTONE

Ennesimo ribaltone in panchina con Cosmi che subentra a Stroppa ma la situazione sembra già compromessa. Inutile dire che se avete uno della Dea dovete schierarlo senza se e senza ma. Da qui alla fine il Crotone potrebbe rappresentare la squadra perfetta per far fioccare bonus da ogni parte.

 

BENEVENTO – VERONA

Il Benevento non può permettersi troppi passi falsi, il margine sulle rivali è ancora ampio ma Caprari e Viola devono ritrovare smalto e bonus. Per Juric vale il discorso fatto nelle ultime settimane, la classifica potrebbe consentire partite spensierate ma non per che Lasagna continua a litigare con la porta. Ok Dimarco e Lazovic.

 

CAGLIARI – BOLOGNA

Semplici ha sbloccato un ricordo, quello della vittoria. Ora deve dare continuità e lo farà dando fiducia a Pavoletti. Una zuccata di Godin da calcio piazzato manca da tempo. Tra i rossoblù la certezza è il fattore S: SkorupskiSoriano.

 

FIORENTINA – ROMA

In altri tempi questo è stato uno scontro diretto e per la Roma forse è un bene che non lo sia più. Chissà che non sia arrivato il momento del faraone El Shaarawy, Villar non convince. Relegatelo in panca. Potrebbe esserci la prima chance per Kokorin, scommessa rischiosa ma ci può stare.

 

GENOA – SAMPDORIA

Nel derby emergono sempre i giocatori di personalità. Per questo motivo scelgo a una parte Criscito e Strootman, dall’altra Jankto e Quagliarella. A patto che non prevalga la paura di non prenderle.

 

MILAN – UDINESE

Il rosso è la vittoria di Roma, il Nero l’ennesima sfilza di infortuni. Ma occhio a Leao, il top player delle seconde linee. Attenzione ai centrali bianconeri sui calci piazzati, Nuytinck soprattutto.

 

PARMA – INTER

Per D’Aversa qualche sprazzo di luce si è visto al Picco, ancora troppo poco per alimentare speranze, soprattutto contro l’indemoniata Inter di questo periodo. Hakimi e Vidal torneranno titolari e meritano fiducia. Mihaila però va seguito con attenzione, per il futuro.

Per altre fanta news, clicca qui.

Fonte immagine: *Facebook.

Sommario
Fantacalcio, 25a giornata: Paura di decidere
Titolo
Fantacalcio, 25a giornata: Paura di decidere
Descrizione
A meno di 24 ore dall'inizio di Lazio-Torino sembra ripetersi un teatrino già visto. Possibile che la lezione di Juve-Napoli non sia servita a nulla?
Autore