in

Fabio Capello ricorda la sua esperienza sulla panchina della Roma.

L’ex allenatore si racconta in una lunga intervista.

fabio capello SHARE HIBET SOCIAL
Fonte immagine: Wikipedia Commons

Una delle esperienze più belle della vita di Fabio Capello sembra essere stata proprio quella vissuta sulla panchina della Roma. Una di quelle che ha deciso di raccontare durante una lunga intervista al Corriere della Sera, quando afferma: “Sono stati cinque anni favolosi, anche se vissuti da un’angolatura particolare. Alla ricerca della migliore sistemazione, son rimasto nell’appartamento a Mostacciano, con vista sul raccordo anulare. Ma i festeggiamenti li hanno fatti solo i tifosi.”

 Lui che faceva? “ Ero abituato, negli altri club, a feste pazzesche fino alle 5 del mattino, con le famiglie. Invece la cosa assurda fu che non si organizzò una cena a livello societario. Quella sera andai al ristorante per i fatti miei. Quando ci fu l’evento al Circo Massimo, avevo già comprato i biglietti per uno dei miei viaggi avventurosi e, offeso, partii».

Capello inoltre dice che nei suoi viaggi e festeggiamenti di lavoro è sempre stato seguito dalla moglie, tranne una volta: «Solo quando ho guidato lo Jiangsu non è venuta. Ci sentivamo ogni sera alla mezzanotte cinese, quando in Italia erano le sei del pomeriggio. Ci salutavamo con il magone, dopo neanche un anno ho dato le dimissioni».

Un vero tenerone!

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

blog hibet